Urbino: Prosa, musica, commedia dialettale e spettacoli per bambini, ecco la nuova Stagione del Teatro Sanzio

teatro sanzio urbino 4' di lettura 17/09/2019 - Commedie, musical, danza, testi classici e contemporanei, esperienze del territorio e teatro ragazzi: tredici appuntamenti compongono il cartellone del Teatro Sanzio di Urbino per la stagione 2019/20 promosso dal Comune di Urbino con l’AMAT e realizzato con il contributo della Regione Marche e del MiBACT.

L’avvio di stagione il 23 ottobre è con un intenso Silvio Orlando nel ruolo di un uomo che, volontariamente, decide di vivere isolato in un paese spopolato, protagonista di Si nota all’imbrunire scritto e diretto da Lucia Calamaro, in scena al Sanzio al termine di una residenza di riallestimento. Il 13 novembre spazio alla danza spettacolare di Spellbound Contemporary Ballet, espressione di punta della scena contemporanea italiana, con Rossini Ouvertures, un lavoro che celebra la figura artistica e umana di Gioachino Rossini, spettacolo coreografato da Mauro Astolfi e prodotto nel 2018 per i 150 anni dalla morte del Maestro. La piccola bottega degli orrori arriva in scena il 27 novembre con Giampiero Ingrassia che torna a interpretare dopo 30 anni dal primo allestimento della Compagnia della Rancia il ruolo di Seymur. In scena con lui Fabio Canino, già attore di esperienza nel teatro di prosa, che affronta con grande entusiasmo per la prima volta il musical e l’esplosiva Belia Martin che torna in Italia dopo lo straordinario successo di Sister Act. Il 10 dicembre Valerio Binasco affronta nel ruolo di regista e interprete accanto a una nutrita compagnia di talentuosi attori un cult del teatro contemporaneo, Rumori fuori scena dell’inglese Michael Frayn, celebrazione delle goffe imprese di una compagnia di scalcagnati teatranti. Binasco ha una lunga e felice frequentazione con i meccanismi della commedia e con grandi autori come Goldoni, Shakespeare, Molière. Naturale quindi per lui approdare al testo che meglio svela, con affettuoso sarcasmo, le dinamiche che si nascondono dietro a uno spettacolo teatrale. È una sfida vinta, quella di Andrée Shammah, di far rivivere I promessi sposi alla prova di Giovanni Testori, lo spettacolo originario del 1984 che giunge a Urbino il 31 gennaio. “Per quanto lontano dai noi e dallo spirito del nostro tempo, un classico è tale perché capace di risvegliare dubbi ed emozioni proprie a tutti gli esseri umani”, afferma la regista dello spettacolo che vede sul palco giovani interpreti affiancati da grandi attori (Laura Marinoni, Luca Lazzareschi, Carlina Torta, Laura Pasetti) che con generosità si mettono “alla prova” con la scrittura di Testori arricchita da incursioni del capolavoro manzoniano. Ancora una residenza di riallestimento al Sanzio con L’anima buona di Sezuan un testo straordinario di Bertolt Brecht, ultimo spettacolo di Elena Bucci e Marco Sgrosso in scena l’11 febbraio, una parabola ironica, amara e attuale, irta di domande intorno al sentimento del bene e del male, in cui Brecht trasforma in epica e poesia i grandi movimenti della storia, della politica, dell’etica. Conclude la stagione in abbonamento l’8 aprile Massimo Lopez e Tullio Solenghi show che vede in scena i due amatissimi mattatori, insieme sul palco dopo 15 anni come due vecchi amici che si ritrovano, in uno show di cui sono interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company del maestro Gabriele Comeglio, che esegue dal vivo la partitura musicale. Ne scaturisce una scoppiettante carrellata di voci, imitazioni, scketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico.

Con la stagione 2019/20 torna anche La città in scena con un trittico di proposte della Compagnia dialettale urbinate diretta dalla regia di Amleto Santoriello che inizia il 10 gennaio con L’urinal e prosegue il 27 marzo con Gim a teatre e Guardme vén e il 29 maggio con La mina vagant. Alle famiglie sono rivolti tre appuntamenti domenicali con la rassegna Andar per fiabe: il 22 dicembre A Christmas Carol di Fontemaggiore (spettacolo in lingua inglese), il 26 gennaio Federico condottiero e la città ideale di ATGTP e il 16 febbraio Mago per svago de L’abile teatro. Da gennaio, a completare la ricca proposta del Teatro Sanzio, Urbino in musica settima stagione musicale e TeatrOltre, teatro, musica e danza del presente.

Nuovi abbonamenti 15, 16 e 17 ottobre presso biglietteria del teatro 0722 2281.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2019 alle 18:24 sul giornale del 17 settembre 2019 - 296 letture

In questo articolo si parla di teatro, urbino, spettacoli, teatro sanzio urbino, amat marche, stagione teatrale 2019/2020, stazione teatrale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baId





logoEV