Macerata partecipa alla “Giornata Mondiale per la lotta all’AIDS” e illumina di rosso lo Sferisterio

2' di lettura 28/11/2019 - Torna anche quest’anno, in occasione della Giornata Mondiale per la lotta all’AIDS, l’iniziativa “Condom Cafè – 10^ Edizione”, presentata dal Dipartimento delle Dipendenze Patologiche – Area Vasta 3 (DDP) con lo scopo di accrescere la consapevolezza della cittadinanza sull’esistenza e sulle terribili conseguenze delle Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST). Il Comune di Macerata ha aderito all’iniziativa, prevista per il 1° dicembre, concedendo il patrocinio, e per l’occasione lo Sferisterio, simbolo della città, verrà illuminato di rosso.

“Questa giornata – afferma il sindaco Romano Carancini - deve essere anche un utile momento di riflessione rispetto a quanto accaduto nei giorni scorsi al dottor Gianni Giuli, direttore del Dipartimento Dipendenze Patologiche, che, insieme agli altri operatori del settore, ogni giorno mette a repentaglio la propria incolumità. L’Amministrazione comunale lo aspetta a braccia aperte nella consapevolezza che tornerà ancora più forte di prima e pronto a mettere a disposizione le sue competenze e la sua sensibilità, anche al fianco delle istituzioni, per affrontare le problematiche relative alle dipendenze patologiche. Il suo impegno, che è costante esempio per tutti, trova e continuerà a trovare massimo spirito di collaborazione da parte della città.”

“Un ringraziamento particolare al dottor Gianni Giuli e al Dipartimento Dipendenze Patologiche che quotidianamente combattono contro una delle epidemie più distruttive della storia – interviene l’assessore ai Servizi sociali Marika Marcolini-. L’attenzione per i nostri cittadini e l’impegno di benessere di comunità deve passare anche per la prevenzione: è necessario, infatti, informare e sensibilizzare, spendersi con piccole grandi azioni affinché ci sia la giusta consapevolezza dei rischi e delle conseguenze delle malattie sessualmente trasmettibili e, più in generale, delle dipendenze patologiche nel rispetto della propria salute e di quella degli altri.”

Il progetto di sensibilizzazione è sintetizzabile nella formula “1 caffè = 1 condom”, per questo verrà chiesto ai bar presenti nel territorio l’impegno di fornire gratuitamente un preservativo a tutte le persone, comprese nella fascia di età che va dai 18 ai 40 anni, che acquisteranno un caffè o una equivalente bevanda calda, venerdì 29 novembre, sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre.

Condom Cafè fa rientra nei progetti di prevenzione “Stammibene” e “Alza la testa, non il gomito”, che si occupano da anni di iniziative riguardanti la prevenzione di uso di sostanze stupefacenti, di abuso alcolico e, come in questo caso, dalle Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST), anche fuori dagli ambiti clinici e istituzionali, iniziando da ciò che offre il territorio e dai luoghi che i giovani frequentano.

È così che è nata nel 2010 l’idea del format Condom Cafè, che coincide con la Giornata Mondiale per la lotta all’AIDS che cade ogni anno il 1° dicembre. Già nel 2018 sono state più di 70 le attività commerciali coinvolte, in ben 19 comuni della provincia di Macerata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2019 alle 11:00 sul giornale del 29 novembre 2019 - 194 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdnV