Zaffiri (Lega): "No a Cingoli in AV3. E’ il solito modo della maggioranza di nascondere i problemi per evitare di risolverli"

sandro zaffiri 1' di lettura 21/12/2019 - Coro di contrarietà al trasferimento dell’ospedale di Cingoli che passerebbe dall’amministrazione sanitaria di Area Vasta 2 (Vallesina) a quella di Area Vasta 3 (Macerata). Tra i più fermi contrari a questa ipotesi c’è il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Sandro Zaffiri, che definisce l’operazione come “un tentativo della maggioranza che guida la Regione di nascondere i problemi di funzionalità dell’ospedale”.

“Anziché intervenire sul piano della riqualificazione dell’offerta sanitaria, investendo sul nosocomio anche in termini professionali – rileva Zaffiri – la maggioranza sceglie sempre la via più semplice e ambigua. E, guarda caso, lo fa sempre nascondendo il braccio dopo aver scagliato il sasso, cioè cercando di inserire la scelta in un provvedimento omnibus per evidente mancanza di coraggio. La posizione della Lega è netta, cioè quella di opporci per impedire che un ospedale, da sempre a servizio di una parte della comunità della vallesina, venga fatto passare alla competenza amministrativa dell’Area Vasta 3”.


Sandro Zaffiri Capogruppo Lega Consiglio Regionale delle Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2019 alle 09:00 sul giornale del 23 dicembre 2019 - 228 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, cingoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/belz





logoEV