Videosorveglianza, operativa anche la sala controllo del Comando provinciale dei Carabinieri

2' di lettura 25/02/2020 - Nuovo e importante tassello sul fronte del Piano per la Sicurezza Urbana del Comune di Macerata approvato dal Consiglio comunale alla fine del 2016. Da oggi, infatti, il sistema di videosorveglianza, contemplato al suo interno, può contare anche sull’operatività della sala di controllo allestita, con il finanziamento dell’Amministrazione comunale, nel Comando provinciale dei Carabinieri dopo l’avvenuta firma del protocollo a tutela della privacy.

“La sicurezza di una città e dei suoi cittadini – afferma il sindaco Romano Carancini - è un dovere assoluto e un impegno trasversale che deve vedere coinvolte Istituzioni e Forze dell’Ordine in modo collaborativo e progettuale, proprio come sta accadendo a Macerata. L’aumento dell’attenzione nella capacità di indagine e di prevenzione attraverso azioni condotte in sinergia, oltre a migliorare il livello effettivo di sicurezza quale obiettivo prioritario di questa Amministrazione, favorisce anche la percezione di fiducia da parte dei cittadini che in questo modo si sentono maggiormente protetti e tutelati.”

La nuova sala, che ad aggiungersi a quelle già esistenti all’interno del Comando della Polizia locale a cui si unirà a breve quella della Questura dotata anche del collegamento con il Sistema Nazionale Targhe e transiti, offre anche in questo caso, la possibilità di visionare in tempo reale tutte le immagini provenienti dal sistema di videosorveglianza di Macerata, permettendo di mettere in campo azioni di prevenzione e contrasto di crimini magari verso quelli particolarmente attenzionati come furti e rapine. Inoltre nella sala è possibile tenere sotto controllo anche le telecamere, installate dall’Apm, del parcheggio centro storico, del passaggio pedonale e del terminal degli autobus urbani.

“L’attivazione della sala controllo a disposizione della Stazione dei Carabinieri di Macerata - interviene l’assessore alla Sicurezza Mario Iesari - migliora certamente la capacità di intervento e di indagine del sistema di sicurezza territoriale favorendo e rafforzando il coordinamento fra tutte le forze di Polizia nazionali e locali a cui la nostra Amministrazione ha lavorato in questi anni nel quadro delle scelte operata con l’approvazione del Piano della Sicurezza Urbana.”

Il sistema di videosorveglianza su cui l’Amministrazione comunale ha investito 200.000,00 euro, più di 10.000,00 euro nel 2019 per le 4 telecamere di Villa Lauri che sono già state installate, a cui vanno ad aggiungersi altri 59.550,00 euro finanziati per metà dal Ministero dell’Interno nell’ambito dei patti per l’Attuazione della sicurezza urbana firmati in Prefettura nel 2018, conta attualmente 84 telecamere di cui 45 a lettura targhe (OCR) e 39 di contesto.

Inoltre, il Comune di Macerata, forte dell’esperienza e delle competenze acquisite, sta coordinando il percorso per l’integrazione territoriale dei sistemi di videosorveglianza di altri centri della provincia e della regione, un’iniziativa che comporta indubbi vantaggi sia all’azione delle forze dell’ordine sia sul fronte della prevenzione per ciò che concerne la sicurezza dei cittadini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2020 alle 10:09 sul giornale del 26 febbraio 2020 - 181 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgIw





logoEV