Coronavirus: il TAR dà ragione al Governo e annulla l’ordinanza della Regione Marche

1' di lettura 27/02/2020 - Si torna a scuola e tutto riapre nella Regione Marche. Il TAR ha accolto il ricorso presentato dal Governo e ha annullato l’ordinanza emessa dalla Regione Marche con cui si chiudevano le scuole e si sospendevano tutte le attività pubbliche fino al 4 marzo.

Nel braccio di ferro tra il premier Conte e il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli alla fine l'ha spuntata il premier.

Il TAR Marche, con un decreto urgente del suo presidente, ha sospeso in via cautelare l'ordinanza con cui la Regione Marche aveva disposto la chiusura di scuole, musei e sospeso tutte le manifestazioni pubbliche fino alle ore 24,00 del 4 marzo 2020 al fine di contrastare la diffusione del Coronavirus.

Tra le motivazioni del TAR si legge che "non sussistevano casi certi di contagio nelle Marche al momento dell'ordinanza".

E' attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp, Telegram e Viber di Vivere Senigallia.
Per Whatsapp aggiungere il numero 071.7922415 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @viveresenigallia o cliccare su t.me/viveresenigallia.
Per Viber cliccare su chats.viber.com/viveresenigallia.






Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2020 alle 17:35 sul giornale del 28 febbraio 2020 - 1140 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgRf