La migliore guida LinkedIn sul web

6' di lettura 25/03/2020 - Tra i vari social media che hanno preso piede nell’ultima decade, LinkedIn è quello che più di tutti nasce con una funzione ben chiara.

Lanciato già nel 2003 ma diffuso molto più tardi in Italia, il social nasce per favorire le connessioni con il mondo del lavoro sia per i singoli professionisti che per le aziende.

Lo sa bene Mirko Cuneo, imprenditore e CEO di Nextre Engineering, che si occupa ormai da vent’anni di guidare le aziende verso il successo, dispensando strategie mirate.

La strategia dell’imprenditore che negli anni si è confermata vincente è quella di guidare professionisti e aziende verso un nuovo mindset che li porti ad aumentare le vendite.

Abbiamo preso spunto dalla sua guida linkedIn per poter dare dei consigli utili a chiunque voglia investire su questo social network.

Gli step da implementare per ottenere il massimo da LinkedIn

Hai capito che LinkedIn può essere la svolta che stavi cercando e adesso non stai più nella pelle.

Vuoi conoscere alcune strategie da poter implementare su LinkedIn per ottenere il massimo dalla piattaforma?

Sei nel posto giusto!

Negli ultimi anni Linkedin si è sviluppato talmente tanto che ad oggi si registrano più di 675 milioni di utenti dislocati in 200 nazioni.

Ma come si utilizza la piattaforma a livello professionale?

Tutto parte da un buon profilo LinkedIn

Il tuo profilo su LinkedIn è il tuo biglietto da visita, o il biglietto da visita della tua azienda. Per questo devi prestargli la massima attenzione.

Di cosa ti occupi? Indicalo nel titoletto che accompagna il tuo nome.

Curi l’import, export dei prodotti della tua azienda verso determinate nazioni estere? Scrivilo. Ma fai le tue ricerche prima. Scopri quali keywords si utilizzano di più per riferirsi alla tua posizione. Solo così potrai avere maggiori chances di farti trovare da connessioni che abbiano un valore per il tuo network.

Fai lo stesso se hai una pagina aziendale su LinkedIn, usa il titolo sotto il nome per indicare con poche parole chiave di cosa ti occupi.

E la foto profilo e di copertina? Non devono essere sgranate e soprattutto devono essere professionali. Nonostante tu sia venuto benissimo, la foto del tuo ultimo compleanno non si addice a questo social. Se proprio la vuoi usare, postala su Facebook.

Per la foto profilo, usa invece una foto in cui sei in giacca e cravatta mentre stai presenziando un meeting importante, preferibilmente 400x400. Dai peso anche all’ immagine di copertina. Scegline una che rappresenti l’azienda per la quale lavori.

Non dimenticare l’importanza della descrizione

Ottimizza anche la descrizione. Anche in questo caso devi pensare a quale parole chiave siano correlate alla tua area di attività, saranno quelle che le altre persone utilizzeranno per arrivare al tuo profilo.

Non parlare solo delle tue esperienze lavorative passate, parla delle tue ambizioni e prospettive future. Sii sempre al passo e aggiorna la tua descrizione continuamente.

Hai partecipato ad un meeting importante? Scrivilo.

Se hai una pagina aziendale su LinkedIn, assicurati di inserire informazioni come la dimensione dell’azienda e il settore di riferimento. Non dimenticare l’URL del tuo sito.

Hai acquisito una nuova certificazione importante nel settore? Non limitarti a nominarla, allegala al tuo profilo in modo che tutti possano vederla.

Questi semplici step per ottimizzare il tuo profilo Linkedin ti richiederanno qualche ora di tempo, ma il gioco vale la candela.

Le abilità, le competenze e le raccomandazioni

Non finisce qui. Vi sono altre linee guida più specifiche per LinkedIn che possono aiutarti a far decollare il tuo profilo. Oltre alla descrizione, dai importanza anche alla lista di abilità e aggiornale continuamente. Ogni qual volta in cui acquisisci una nuova skill, ricordati di aggiungerla al tuo profilo.

Non abusarnee. Aggiungi un massimo di 50 competenze. Non barare, assicurati di inserire competenze che realmente possiedi e che la tua rete su LinkedIn possa approvare.

Chiedi alle tue connessioni o alle persone che hanno avuto a che fare con te di scrivere delle “raccomandazioni” su di te. Fai in modo che siano brevi e coincise ma veritiere.

È importante che chi scrive sulla tua persona o sulla tua azienda dia quante più informazioni possibili sull’esperienza che vi ha fatti incontrare. Ad esempio, l’anno in cui avete lavorato insieme e per quanto tempo, i progetti svolti insieme e cosa hanno apprezzato di più della vostra collaborazione.

Nel caso in cui si tratti di raccomandazioni lasciate da clienti sarebbe opportuno se indicassero il tipo di esperienza che vi ha fatto incontrare e cosa in particolare hanno apprezzato.

Se non vuoi chiedere delle raccomandazioni ad altri, un consiglio è di lasciarle tu stesso sul profilo di persone con le quali hai collaborato e sperare che ricambino il favore. Do ut des.

Cosa condividere su LinkedIn

Scrivi articoli inerenti al settore in cui operi e condividili su LinkedIn. Questo ti aiuterà ad avere più autorevolezza.

Allo stesso modo degli articoli che condividi nel tuo sito web, anche quelli su LinkedIn si posizionano su Google per determinate parole chiave. Prova a scrivere articoli sulle novità nel tuo settore e tenta di ottimizzarli dal punto di vista SEO. I risultati non si faranno attendere.

Iscriviti ai gruppi LinkedIn che rientrano nel tuo campo e condividi i link ai tuoi articoli in modo da farli conoscere al target che ti interessa. Non dimenticare di indirizzarli al tuo sito web. Oltre alle parole chiave con alto volume di ricerca, aggiungi hashtags di settore.

I gruppi su LinkedIn sono un potente strumento per fare lead generation e acquisire nuovi clienti. Si tratta inoltre di un potente strumento digitale per connettere persone anche molto lontane ed abbattere le barriere fisiche anche a livello professionale.

Adesso che sei arrivato alla fine dell’articolo hai tutti gli elementi che ti servono per migliorare notevolmente la tua presenza su LinkedIn. Non ti resta che implementare questi passaggi per iniziare.






Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2020 alle 15:46 sul giornale del 25 marzo 2020 - 62 letture

In questo articolo si parla di lavoro, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biou





logoEV