Pesaro: Coronavirus, infermiera disperata: oggi ragazzi al mare e continuano le passeggiate

divieto passeggiate al mare 1' di lettura 29/03/2020 - I sacrifici di tanti potrebbero essere vanificati dalla stupidaggine di pochi. Continuano le passeggiate, le corse e i momenti all'aria aperta di alcuni pesaresi.

Non basta avere un tasso di mortalità tra i più alti d'Italia e una percentuale di guariti tra le più basse. Continuano, come se nulla fosse, i "giretti" dei cittadini, alla faccia del coronavirus e delle oltre 410 vittime, tra cui 255 pesaresi.

Di questo passo l'emergenza covid-19 si protrarrà ancora tanto. L'appello a restare a casa arriva anche da chi tutti i giorni lotta contro questa malattia e che, a differenza dei "fenomeni del passeggio", vive e vede l'effetto drammatico che produce.

"Sono Laura Razzano, vi scrivo dalla zona mare, credo che sia necessario comunicare che purtroppo la gente (poca) continua a correre la sera, non più sulla pista ciclabile ma nelle via parallele, continua a passaggiare indisturbata, ed oggi a pranzo c'erano ragazzi al mare".

"Ho chiamato la polizia municipale più volte ma, nulla è cambiato. Chi deve far rispettare l'ordinanza? L'appello di un'infermiera disperata e consapevole della gravità della trasmissione", conclude Laura.

Vuoi ricevere le notizie più importanti di Vivere Pesaro in tempo reale su Telegram?
Per WhatsApp aggiungi il numero 371.3589806 alla tua rubrica ed inviaci un messaggio (es.: ok notizie).
Per Telegram vai su https://t.me/viverepesaro e clicca su "unisciti"






Questo è un articolo pubblicato il 29-03-2020 alle 19:49 sul giornale del 31 marzo 2020 - 277 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, vivere pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biEB