Nuovo ospedale alla Pieve, Civitanoi: chi può faccia il possibile per fermarne la realizzazione

sanità ospedale 2' di lettura 04/04/2020 - Il parere positivo del dipartimento della programmazione economica, con l'indicazione della rivisitazione del piano finanziario alla luce degli effetti nefasti della pandemia Covid-19 sull'economia, non significa ancora approvazione dell'ospedale alla Pieve.

Una delle raccomandazioni li invita a rivedere i termini economici, cioè ciò che hanno stabilito nella concessione con chi realizzerà l'opera, appunto, chi? Ci è sfuggito o lo sanno già chi farà parte della cordata che avrà in concessione l'opera?

Altra osservazione del Dipe riguarda la mancanza della proprietà del terreno su cui è prevista la costruzione. La pratica della variante urbanistica è ancora in Provincia, chiediamo a tutti quelli che possono di presentare numerose osservazioni possibilmente per allungare i tempi di un mostro di cementificazione senza l'utilità di un ospedale per gli acuti, non avremo un "San Raffaele de nuandri", solo un nuovo ospedale con meno posti letto, ne varrà la pena di avere un unico pronto soccorso? Chiediamo al consiglio comunale di Macerata di valutare bene l'approvazione perché metterà una seria cambiale sul futuro sanitario in Provincia.

Gli ospedali di Macerata e Civitanova chiuderanno. Facile conclusione, i soldi pubblici serviranno al business nella sanità, nella salute soprattutto degli anziani, visto che sono la maggioranza nel paese. L'aggressività della dichiarazione del fare prima delle elezioni regionali con la dichiarazione di pubblica utilità che conclude l'iter in modo da far accettare il tutto a chi subentrerà, denota da un lato la paura di perdere le elezioni e dall'altro la certezza di chi, sconfitto, ha bisogno di rastrellare gli zaini della battaglia. I comitati della provincia sono pregati di attrezzarsi in questo senso e di farsi rappresentare in Provincia e in Consiglio comunale e di iniziare una nuova protesta.

Civitanoi

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2020 alle 11:21 sul giornale del 06 aprile 2020 - 215 letture

In questo articolo si parla di sanità, ospedale, politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bi2h