Guardia di Finanza, l'attività durante la Fase 1: nel Maceratese oltre 20 mila controlli

3' di lettura 04/05/2020 - In linea con le decisioni assunte nel corso delle riunioni tecniche di coordinamento dirette dal Prefetto di Macerata, Iolanda Rolli, ed in aderenza alle direttive impartite dal Comando Generale della Guardia di Finanza, tutti i Reparti del Comando Provinciale di Macerata hanno, fin da subito, adeguato il proprio dispositivo di vigilanza in funzione della prioritaria esigenza di sostenere l’economia sana del Paese e di attenuare le difficoltà di cittadini, imprese e professionisti, orientando l’attività operativa al rigoroso rispetto delle misure di contenimento pandemico introdotte.

L’attività delle Fiamme Gialle maceratesi è stata, quindi, in questo primo periodo emergenziale, preminentemente orientata al contrasto delle condotte più marcatamente illegali e fraudolente, nonché alla repressione di ogni forma di illecito connessa a fenomeni di concorrenza sleale e di speculazioni di vario genere, attuando mirati servizi a tutela dei consumatori ed a contrastare l’aumento ingiustificato dei prezzi dei dispositivi di protezione individuale, dei prodotti igienizzanti ovvero di prima necessità, nonché protesa alla stretta osservanza dei divieti sugli spostamenti non necessari delle persone.

In tale quadro, il Comando Provinciale ha messo in campo tutte le forze possibili, impiegando, nel controllo del territorio, giornalmente, dai 40 ai 60 finanzieri.

Con la chiusura della “Fase 1”, è possibile tracciare un primo bilancio dei servizi svolti.

Per quanto riguarda il controllo del territorio, le Fiamme Gialle maceratesi hanno controllato oltre 13.000 esercizi commerciali e circa 7.500 persone, con l’elevazione di 335 verbali a carico di persone sorprese a circolare senza valide giustificazioni. Inoltre, 15 persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per aver fornito false dichiarazioni o per aver violato il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione in quanto sottoposti a quarantena, o per altri reati.

Nel corso dei suddetti servizi sono state anche denunciate 7 persone sorprese a detenere sostanze stupefacenti a fini di spaccio, di cui 2 tratte in arresto, con il sequestro di oltre 420 grammi di stupefacenti di vario tipo e circa 1.600 euro di denaro contante ritenuto provento dello spaccio.

Con riferimento, invece, ai servizi finalizzati alla repressione delle manovre speculative sui prezzi sono state controllate 64 attività commerciali, pervenendo anche al sequestro di oltre 700 litri di falso disinfettante e 532 mascherine. 15 sono stati gli esercizi commerciali verbalizzati. Per i titolari di 2 di essi è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria; 3 sono stati sanzionati anche con la chiusura dell’esercizio.

Infine, un particolare impegno operativo è stato profuso dalle Fiamme Gialle maceratesi nell’attività di supporto al Prefetto, per la definizione delle istruttorie relative alle comunicazioni inviate all’Autorità territoriale del Governo dalle aziende della provincia, tese a poter proseguire l’attività produttiva in deroga alle chiusure imposte dalle norme emergenziali di contenimento.

In tale contesto, sono state espletate complessivamente oltre 2.000 istruttorie, che hanno richiesto l’esecuzione di un analitico ed approfondito screening aziendale, in diversi casi dei quali, completato con l’esecuzione di mirati accessi ispettivi presso le sedi delle attività produttive.

Questa particolare ed impegnativa attività, ha consentito di segnalare al Prefetto, per alcune aziende, l’esistenza di cause ostative alla prosecuzione dell’attività, con proposta di sospensione della stessa.

Tutti i servizi innanzi esposti, con le opportune calibrazioni imposte dall’avvio della cd. “fase 2”, proseguono senza soluzione di continuità, e si inseriscono nel più ampio dispositivo di controllo mirante a garantire la più stretta osservanza delle vigenti disposizioni legislative di contenimento, a salvaguardia della salute dei cittadini ed al contrasto delle condotte illegali e fraudolente, in qualsiasi modo correlate all’emergenza sanitaria in corso.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2020 alle 12:51 sul giornale del 05 maggio 2020 - 221 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere civitanova, marco pagliariccio, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bkQ1