Ospedale di Cingoli: posti letto a quota 40 e implementazione di ambulatori specialisti

ospedale di Cingoli 1' di lettura 19/06/2020 - Venerdì mattina alle ore 9,30 presso il Presidio Ospedaliero di Cingoli si è svolto un incontro operativo tra il Direttore dell’Area Vasta 2 Giovanni Guidi e il Direttore dell’Area Vasta 3 Alessandro Maccioni.

All’incontro erano presenti i dirigenti di entrambe le Aree Vaste che hanno relazionato sulla situazione rispetto alla presenza di Medici, personale del Comparto ecc.

Esaminata la situazione Guidi e Maccioni hanno condiviso un’azione congiunta che vedrà il raggiungimento di due importanti obiettivi: la riapertura con personale di AV2 degli ulteriori 20 posti letto, prevista per il 1° luglio, portando a 40 la disponibilità complessiva (30 di Lungodegenza Riabilitativa, 10 di Cure Intermedie); l’implementazione di ambulatori specialistici anche con il supporto dei professionisti dell’AV3 riprendendo così quanto già avviato prima dell’emergenza Covid.

Per quanto riguarda le attrezzature e gli investimenti necessari per il potenziamento dei servizi, in particolare dall’attività ambulatoriale, gli stessi saranno inseriti nella programmazione dell’AV3. Sotto questo aspetto Maccioni si è impegnato all’acquisto della nuova ambulanza 4X4. Entrambi i Direttori chiederanno poi alla Direzione Generale ASUR e alla Regione di aggiornare la scadenza di cui alla DGRM 29/2020 per il passaggio formale dei Comuni di Cingoli, Apiro e Poggio San Vicino dall’AV2 all’AV3.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2020 alle 16:19 sul giornale del 20 giugno 2020 - 209 letture

In questo articolo si parla di attualità, cingoli, asur marche, area vasta 3, ospedale di cingoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/borx





logoEV