Cherubini e i cani a Macerata: nuove aree e fototrappole per prevenire comportamenti scorretti

2' di lettura 24/06/2020 - I nostri amici a quattro zampe sono una compagnia ormai irrinunciabile per tanti di noi.

In famiglia ne abbiamo due, ma vivendo in campagna superiamo meno gravosamente i problemi e le difficoltà di chi il cane lo custodisce in città. Le esigenze da considerare sono diverse e cerco di elencarle dando risposte pratiche.

Le nostre proposte si basano per lo più su esperienze già fatte da tante piccole e grandi città italiane. La prima necessità che mi sento di dover sottolineare è quella di mettere insieme le esigenze dei proprietari dei cani con quelle di chi nei parchi ci va e in particolare di chi ci va per accompagnare i bambini. La segnalazione che ricevo maggiormente da chi accompagna i bambini è che vicino ai giochi ci sono spesso i “regalini” dei cani, che sono assai rischiosi in particolare per quei bimbi ai primi passi che tendono a perdere l'equilibrio e nel cadere poggiano le mani sull’erba e poi possono portarle in bocca.

La risposta è secondo noi semplice è già attuata e cioè circoscrivere sia i parchi gioco sia gli sgambatoi per i cani. Va detto che sono operazioni da mettere in campo non troppo onerose e quindi fattibili da subito, come ad esempio mappare le zone verdi nelle quali poter da subito prevedere sgambatoi recintati. I più usano correttamente, in questi sgambatoi, sia paletta che sacchetto per conferire le deiezioni negli appositi contenitori, ma purtroppo c’è anche chi se ne frega. Per questo motivo crediamo che un controllo con piccole telecamere, chiamate oggi fototrappole, la cui presenza sarà resa nota ai frequentatori, possa prevenire comportamenti scorretti.

L'abbandono delle deiezioni da parte dei proprietari dei cani è presente anche sul resto del territorio cittadino. Per questo creeremo lungo le strade dei piccoli spazi allestiti di tutto ciò che possa agevolare il mantenimento dei civili rapporti tra i cittadini ed assicurare igiene e decoro. La questione è particolare perché si intrecciano sentimenti di amore sia per i bimbi sia per gli animali in genere ed ognuno tende a pensare che l'esigenza propria debba prevalere su quella degli altri. In realtà in una società civile la libertà del singolo termina dove inizia la libertà altrui, per cui è indispensabile che nello svolgere le proprie azioni ci si rammenti che si vive in una comunità.


da Roberto Cherubini
Candidato sindaco M5S Macerata







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2020 alle 14:31 sul giornale del 25 giugno 2020 - 211 letture

In questo articolo si parla di politica, macerata, M5S, comunicato stampa, cherubini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/boON





logoEV