Macerata si conferma città che legge

libreria 3' di lettura 06/07/2020 - Macerata si riconferma “Città che legge” anche per il biennio 2020-2021 dimostrando di possedere ancora una volta tutti i requisiti richiesti dal Centro per il Libro e la lettura, Cepell, - un Istituto autonomo del Ministero dei Beni culturali che dipende dalla Direzione Generale Biblioteche e Istituti culturali - che insieme all’Anci, ha formulato un apposito avviso pubblico rivolto ai Comuni.

Macerata ha ricevuto nuovamente il titolo in quanto l’Amministrazione comunale ha dimostrato di essere impegnata a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione alla lettura, riconoscendo e sostenendo la crescita socio – culturale attraverso la diffusione della lettura come valore in grado di influenzare positivamente la qualità della vita. “La qualifica di Città che Legge è molto più di una medaglia – interviene l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde - È essere in una rete attivissima di città che basano le politiche culturali su libri, biblioteche, festival del libro come sviluppo, benessere e salute fin da piccolissimi. A Macerata lo facciamo da anni e esserci ci sarà nuove opportunità che ci faranno stare meglio tutti”.

Il Comune di Macerata, infatti, da anni svolge progetti e iniziative che garantiscono l’accesso ai libri e alla lettura e collabora con la rete di biblioteche, le librerie, le scuole, le università, le associazioni. Tra le iniziative ci sono Macerata Racconta, la festa del libro che, insieme alla fiera regionale dell’editoria Marche Libri, porta in città autori del panorama letterario nazionale e internazionale, e presenta al pubblico le produzioni delle case editrici e degli autori marchigiani oltre che organizzare laboratori di lettura e scrittura che coinvolgono centinaia di studenti. E ancora Nati per leggere – Leggere è familiare il progetto che ha vinto il Premio Nazionale Nati per Leggere, un'altra eccellenza riconosciuta è Libriamoci, il festival del libro illustrato con la mostra internazionale di illustrazione.

Ma ad arricchire l’offerta culturale dell’Amministrazione comunale di Macerata nel campo dei libri e della lettura ci sono anche il Licenze Poetiche Festival, Ratatà Festival dedicato alla conoscenza e alla divulgazione della Graphic Novel e al fumetto, Non a voce sola e I giorni della merla- Piccolo Festival d’inverno. Importante il ruolo della Biblioteca comunale Mozzi Borgetti che ogni anno ospita tante iniziative culturali tra incontri con autori, visite didattiche con presentazione di manoscritti e libri rari e letture per bambini e ragazzi e il fatto che dal maggio scorso Macerata guida la rete delle biblioteche comunali della Marca Maceratese per un impegno collettivo a crescere insieme nello sviluppo delle stesse. L’inserimento di Macerata nell’elenco di Città che legge consentirà all’Amministrazione comunale di partecipare ai bandi che il Centro per il libro lancerà per attribuire finanziamenti e incentivi che premino i progetti più meritevoli in base a specifiche categorie.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-07-2020 alle 12:19 sul giornale del 07 luglio 2020 - 193 letture

In questo articolo si parla di cultura, macerata, comune di macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpUa





logoEV