Il Rally dell'Adriatico torna nell'entroterra: gare condensate in un unico giorno

2' di lettura 13/08/2020 - Conto alla rovescia e organizzazione già al lavoro per la 27 edizione del Rally dell’Adriatico, che si disputerà i prossimi 26 e 27 settembre sugli sterrati fra San Severino, Apiro e Cingoli.

La rimodulazione del calendario sportivo nazionale post-Covid19 ha fatto incorporare il Rally delle Marche (in programma a novembre non si disputerà) al Rally Adriatico, che coinciderà con la prima prova del Challenge Raceday Rally Terra 2020-2021, un valore aggiunto ad una sfida che annuncia gare avvincenti come tradizione vuole. La gara, organizzata da PRS Group in collaborazione con il Comune di Cingoli ha inglobato pertanto il Rally delle Marche che porterà alla prima prova della serie “Raceday” 2020-2021 ritrovando, oltre ai “tricolori” di rally moderno e storico, il Cross Country dopo sette stagioni e si avranno così tre gare tricolori in contemporanea per una sfida a cronometro infinita nell’arco di una sola giornata.

Per l’organizzazione questo classico appuntamento è sembrato irrinunciabile, anche per il suo percorso spettacolare, impegnativo e concentrato, ma soprattutto ispirato alla tradizione che negli anni lo ha contraddistinto nel panorama nazionale. Tracciato che subirà però una radicale modifica rispetto quello originale, variazione dovuta al rispetto delle nuove direttive federali emanate per il contenimento epidemiologico. La città di Cingoli resta sempre la location di riferimento, il quartier generale, come accade oramai da anni, per un appuntamento “quadruplicato” di validità. Infatti, alla 13^ edizione della sfida ideata da Alberto Pirelli per celebrare l’essenza delle corse su strada, altre tre gare distinte andranno in scena con altrettanto valore per il “tricolore”: il Campionato Italiano Rally Terra, di cui sarà la terza prova, al quale si affianca quella di pari titolarità per i Rallies storici (quarta prova, denominata “Medio Adriatico”), quindi la terza prova del Cross Country, i cui protagonisti tornano al Rally Adriatico dopo ben sette stagioni di assenza.

L’evento, programmato su due giorni, è stato creato in modo tale da snellire lavoro e sforzi per addetti ai lavori e partecipanti. La gara è prevista tutta nella sola giornata di domenica 17 settembre e si disputerà su 6 prove speciali, per complessivi per 65 km di distanza competitiva (di cui due da ripetere tre volte), per un totale dell’intero percorso che misurerà 204 km. Tutte e quattro le gare avranno lo stesso percorso e l’intera manifestazione è concentrata nelle 36 ore previste dalle disposizioni Federali vigenti.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it





Questo è un articolo pubblicato il 13-08-2020 alle 12:04 sul giornale del 14 agosto 2020 - 258 letture

In questo articolo si parla di sport, san severino marche, cingoli, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/btiH