Cingoli, Lega: "Pacetti e Marchegiani in pieno cortocircuito politico e personale"

1' di lettura 01/09/2020 - “I consiglieri comunali di Cingoli Pacetti e Marchegiani sono in pieno cortocircuito politico e personale. Eletti con i voti della Lega, la lasciano per un altro partito perché la coerenza è il principio al quale mai rinunceranno. Quale coerenza? Se rispettassero davvero gli elettori si sarebbero dimessi lasciando che altri leghisti rappresentassero quei cittadini che, barrandone il simbolo, hanno votato la Lega prima ancora che i candidati. È chiaro che Pacetti e Marchegiani tengono molto più alla poltrona che alla coerenza tanto che si arrogano pure il diritto di disporne a piacimento in barba alla volontà dei cingolani”.

Per il commissario della Lega Marche on. Marchetti e quello provinciale Merlini, in questa decisione c’è ben poco dello ‘spirito costruttivo’ e della ‘coerenza politica’ decantati dai due consiglieri cingolani. “Pacetti e Marchegiani mostrano in questa vicenda di avere un’idea personalistica della politica che non appartiene né alla Lega né al progetto avviato con la loro elezione – conclude Marchetti – Non si nascondano quindi dietro altisonanti quanto vuote parole, definendo ‘coerenza’ quello che è solo protagonismo e incapacità di fare costruttivamente squadra, in primo luogo con gli elettori che, per la Lega, sono il perno irrinunciabile della buona politica”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-09-2020 alle 12:11 sul giornale del 02 settembre 2020 - 217 letture

In questo articolo si parla di politica, cingoli, marche, lega nord marche, lega nord, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/buGk





logoEV