Stop di Macerata Accoglie, Sinistra Italiana: "Atto miope e irresponsabile"

macerata foto generica 2' di lettura 25/10/2020 - Doveva essere la Giunta dell’ascolto e del confronto come metodo nuovo e discontinuo rispetto all’amministrazione di Romano Carancini, accusata troppe volte di essere autoreferenziale e di prendere le decisioni più importanti, per il futuro della nostra città, autonomamente.

Non vi è traccia di questo nuovo metodo nel primo, significativo, provvedimento varato dalla Giunta: riteniamo che rifiutare di prorogare il progetto "Macerata accoglie" sia un atto politicamente miope ed irresponsabile perché parla alla pancia del paese rivelandosi una semplice mossa propagandistica che non cerca una reale soluzione alla questione.

Il Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati (progetto SIPROIMI) prevede un'accoglienza inclusiva delle persone e si rivolge, in particolare, ai minori non accompagnati ed coloro che sono inseriti nel sistema di protezione nazionale. Insomma: si tratta di quanto di più lontano si possa avere dall’immigrazione irregolare di cui ha parlato il Sindaco. Riteniamo che la decisione presa dalla Giunta sia profondamente errata in quanto si basa sulla percezione di un fenomeno e non sulla realtà dei fatti: il progetto SIPROIMI coinvolge pochi migranti perché si fonda sull’idea che solo con un’accoglienza diffusa si possa arrivare ad un’effettiva inclusione di queste persone nel nostro tessuto sociale. Con questa delibera Macerata rinuncia ad avere voce in capitolo in materia di accoglienza: restano, infatti, in piedi i progetti gestiti dalla prefettura, che vengono gestiti in maniera parallela ed autonoma rispetto ai singoli comuni.

Auspichiamo che la Giunta faccia al più presto chiarezza su quali siano le sue linee programmatiche su questo tema: riteniamo che la migrazione sia, già da tempo, un fatto centrale dei nostri tempi e che come tale vada affrontato: non basta un tratto di penna che, tra l’altro, cancella un progetto che crea occupazione a chi lavora in questo settore e, soprattutto, non crediamo che una città meno inclusiva sia una città più sicura.

Una canzone scritta recentemente da Francesco Guccini parla dei migranti e li descrive, in viaggio, con “un sogno fra i denti che qualcuno lontano ci accolga ci tenda una mano a noi supplicanti”. Spiace che, con questa delibera, il Comune abbia tirato indietro la sua mano ignorando la richiesta di chi, sempre citando Guccini, viene da un mondo di guerre e di fame e cerca soltanto una patria per tornare a sperare e vivere ancora.




Sinistra Italiana


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2020 alle 11:16 sul giornale del 26 ottobre 2020 - 271 letture

In questo articolo si parla di politica, macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzDP





logoEV
logoEV