Studentessa Unimc premiata in una competizione legale

1' di lettura 27/10/2020 - L’Università di Macerata ha partecipato come finalista alla Moot Court Competition sul tema “Diritto e religione” rappresentata dalle studentesse di Giurisprudenza Rossella Marchese e Irene Pizzi, accompagnate dai professori Fabrizio Marongiu Buonaiuti e Laura Vagni. Rossella Marchese (nella foto a sinistra) è stata premiata come miglior oralist: un grande traguardo pieno di soddisfazione.

Si è svolta nelle scorse settimane la fase finale di questa competizione internazionale dove squadre di studenti di diversi atenei italiani, statunitensi e russi si sfidano ogni anno nella discussione di un caso davanti alla “Corte Europea dei diritti dell’Uomo”, generalmente rappresentata da esponenti autorevoli dell’accademia e della magistratura. Diritto e religione è stato il tema affrontato quest’anno. A causa della pandemia, la competizione si è svolta online e ha visto la competizione solo delle squadre di atenei italiani: oltre all’ateneo maceratese, hanno partecipato studenti dell’Università Bocconi, di Milano Bicocca e Statale, dall’Università di Padova e dalla sua sede distaccata di Treviso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2020 alle 11:55 sul giornale del 28 ottobre 2020 - 254 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, macerata, università di macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzTI





logoEV
logoEV