Buone pratiche di cittadinanza digitale, se ne è parlato grazie a Red

pc 2' di lettura 30/11/2020 - Psicologi, avvocati, docenti universitari e giornalisti: uomini e donne si sono confrontati su come il tema delle donne è trattato dalla rete, grazie al festival "Villaggio digitale – buone pratiche di cittadinanza digitale".

In pillole di due minuti, i professionisti e le professioniste coinvolti dall'associazione Red-rete educazione digitale, che organizza il festival, in rete insieme alle Università di Macerata, di Camerino e la Politecnica delle Marche, i Comuni, il Dipartimento dipendenze patologiche dell'Area vasta 3, le associazioni sindacali, di consumatori e tante altre del territorio regionale, hanno esaminato i vari "meme" che circolano attraverso i social network sulla violenza di genere per smontarli, per mostrarne i significati nascosti, per spiegare perché certi post che in rete diventano virali non siano affatto divertenti o innocui, ma al contrario sessisti, volgari, a volte anche violenti senza averne l'aria.

La violenza domestica, la mercificazione del corpo femminile, i pregiudizi, i luoghi comuni sulle donne sono stati alcuni degli argomenti trattati, con varie forme di comunicazione e capacità di sintesi, nei vari interventi, grazie ai quali gli esperti hanno saputo trasmettere molti contenuti utili e interessanti. Tra gli appuntamenti diffusi online dall'associazione, anche l'intervista al sindaco di Monterubbiano Meri Marziali, chiamata a parlare del ruolo delle istituzioni nella formazione di generazioni che crescano nel rispetto di genere. Per il "Villaggio digitale – buone pratiche di cittadinanza digitale", la forma della comunicazione online è stata una scelta obbligata, alla luce della pandemia, dopo anni di appuntamenti, concerti, incontri con tanti ospiti, organizzati sempre con l'obiettivo di far crescere le competenze e le consapevolezze necessarie per un uso più sano e sicuro della rete.

"Sono soddisfatto di questa prima settimana di eventi – dichiara il presidente di Red, Raffaele Daniele - soprattutto per l'entusiasmo dimostrato dai protagonisti delle pillole, dell'incontro e dell'intervista. Ricordo che Red e la rete del Villaggio digitale organizzano tutti gli appuntamenti contando sulla partecipazione volontaria dei vari esperti coinvolti e degli stessi organizzatori, ricorrendo alle tante figure professionali che il nostro territorio esprime egregiamente. Il Villaggio digitale prosegue dal 7 dicembre con la “Guida agli acquisti on line”, argomento di forte attualità: saranno affrontati rischi e opportunità legati a questo tipo di acquisti, analizzando i vari aspetti partendo dal punto di vista dei consumatori ma anche dei commercianti del territorio. Nei prossimi giorni daremo maggiori dettagli su questo nuovo appuntamento formativo".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2020 alle 16:32 sul giornale del 01 dicembre 2020 - 187 letture

In questo articolo si parla di cultura, macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bD21