All’alba di domenica 19 febbraio è scattata un’operazione dei Carabinieri del Reparto Operativo e della Compagnia di Macerata, nell’ambito dell’attività di contrasto al sempre più diffuso fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, disposta dal Comando Provinciale maceratese.


La Questura di Macerata dopo un’attenta pianificazione sulle problematiche causate dalla cosiddetta “movida”, ha messo in atto una serie di controlli durante il weekend nei confronti dei locali di pubblico spettacolo e presso gli esercizi pubblici dove si organizzano eventi e serate danzanti presso i quali si assiste ad un notevole afflusso di persone.


Sabato mattina gli agenti della Squadra Mobile di Macerata hanno dato esecuzione a 3 misure cautelari emesse dal Gip del Tribunale su richiesta della Procura di Macerata.


Un'operazione dei finanzieri della Compagnia di Macerata a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti è stata messa a segno nell’ambito di un dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti , recentemente rafforzato dal Coman do Generale del Corpo , attraverso il controllo del territorio mediante il dispiego diuturno di pattuglie operative .


Sono iniziate mercoledì mattina le operazioni di demolizione dell’immobile situato in via Piave e fortemente danneggiato dal sisma.


Un tragico schianto è avvenuto poco dopo la mezzanotte, tra domenica e lunedì, lungo la strada Carrareccia, che collega Piediripa e Sforzacosta di Macerata.


Un uomo di 47 anni è stato trovato morto all'interno della sua auto parcheggiata a pochi metri da casa a Trodica di Morrovalle, in via Manzoni.


Arrestati dai carabinieri di Osimo, i criminali pugliesi che dall’inizio avevano messo a segno una serie di assalti a bancomat di filiali bancarie, uffici postali, casse continue di distributori di carburanti e gioiellerie nelle Regioni Marche, Puglia ed Emilia Romagna.


Due persone arrestate ed uno denunciato per detenzione ai fini di spaccio, 80 persone identificate e 45 veicoli sottoposti a controllo ed una decina di perquisizioni ad appartamenti ed abitazioni in uso a pregiudicati. E’ questo il bilancio dei controlli effettuati, da venerdì a sabato in tutto il territorio provinciale dalla Polizia di Stato.


Dopo quasi 20 ore di ricerche, è stato ritrovato il corpo senza vita dell'escursionista disperso in zona Pian Dell'Elmo.


Nel primo pomeriggio di sabato scorso, la “Volante” è intervenuta a Macerata nella zona della Stazione Ferroviaria dove era stata segnalata la presenza di una persona che aveva appena esploso un colpo di fucile dall’interno della propria autovettura.


Edizioni Vivere
Le tue notizie sui quotidiani Vivere
su http://vivere.biz/comunicatistampa trovi tutte le informazioni su come inviare comunicati stampa...
Edizioni Vivere
Le tue notizie sui quotidiani Vivere
su http://vivere.biz/comunicatistampa trovi tutte le informazioni su come inviare comunicati stampa...

Controllo del territorio. Gli agenti della ‘Volante’, impegnati in un quotidiano servizio in piazza Pizzarello, nei pressi del terminal bus, hanno notato un giovane che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi.


Prosegue senza sosta il lavoro dei soccorritori per estrarre dalle macerie dell'hotel Rigopiano, travolto dalla valanga di mercoledi pomeriggio, le persone ancora sopravvissute.


Sono sette i marchigiani dispersi in seguito alla valanga di neve e detriti che ha travolto l'hotel Rigopiano di Farindola, in provincia di Pescara.


Forti scosse di terremoto nella mattinata di mercoledì (18 gennaio) con epicentro nell'aquilano che hanno fatto tremare tutte le Marche.


Le neve sta cadendo in tutte le Marche e in special modo nelle zone terremotate dell’Ascolano e del Maceratese. La situazione è in evoluzione sotto il costante monitoraggio del Coordinamento regionale della Soup (Sala operativa unificata permanente Protezione Civile) insieme a coordinamento nazionale del Dicomac di Rieti e Salitalia ed è seguita attentamente soprattutto per le porzioni del cratere e delle aree terremoto.


Il territorio maceratese viene interessato, in queste ore, da abbondanti nevicate. Al fine di ridurre i disagi legati alla circolazione dei mezzi ed impedire eventi dannosi a persone e cose, le "Volanti" della Polizia di Stato sono state impiegate sin da subito nell'emergenza.


E’ finita con una denuncia a piede libero e un foglio di via obbligatorio dalla città il pomeriggio di shopping di un 24enne residente in provincia di Macerata.


Furto all’Eurospin di Macerata. Il personale della Squadra Mobile, a conclusione delle indagini, ha segnalato in stato di libertà due fratelli maceratesi, P.M. di 35 anni e P.M. di 31 anni, residenti in un comune dell’hinterland maceratese.


Nel pomeriggio di giovedì, su segnalazione di un cittadino, gli agenti del Commissariato di Macerata hanno rinvenuto in Via Natali (nella frazione di Sforzacosta), all’interno di un canale per lo scolo delle acque, tre pistole giocattolo (due dello stesso modello) presumibilmente utilizzate per la rapina consumata due giorni fa ai danni del distributore della Pieve.


E' proprio seguendo il flusso di denaro che la polizia di Ancona in una operazione che ha coinvolto anche quella federale tedesca che gli inquirenti sono riusciti ad arrivare alla mente dell'associazione a delinquere finalizzata all'immigrazione clandestina. Sull'uomo, un pakistano, pendeva un mandato di arresto europeo, raggiunto non lontano dal centro cittadino di Macerata, dove risiedeva. Due sodali, invece, denunciati a Senigallia. Il video


La Coldiretti Macerata esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Dioniso Bertini, uno dei pionieri dell’agricoltura maceratese.


Lunedì mattina gli agenti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Tribunale di Catania per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nei confronti di altrettanti uomini, due senegalesi di 19 e 30 anni ed un nigeriano, tratti in arresto perché individuati come scafisti di due natanti salpati dalle coste libiche nell’agosto dello scorso anno e diretti verso l'Italia.


Brucia le buste di plastica della spesa nel camino e rimane intossicata.


Scontro frontale tra due auto lungo le mura cittadine di Macerata all’altezza di Porta Convitto.