Montelupone: le celebrazioni del Triduo Pasquale nel borgo

pasqua 2' di lettura 21/03/2008 - Tanti i momenti che caratterizzeranno queste giornate in vista della Santa Pasqua

È iniziato con il Giovedì Santo il Triduo Pasquale, e sono tante anche a Montelupone le liturgie tradizionali che caratterizzano gli ultimi giorni di Quaresima. Il Giovedì Santo, non si è svolta nessuna celebrazione nelle parrocchie, perché tutti i sacerdoti della Diocesi si sono riuniti in Cattedrale a Macerata per una funzione, la Messa Crismale, nel corso della quale sono stati consacrati gli Olii Santi che si useranno durante tutto il corso dell’anno liturgico per celebrare i sacramenti. La sera del Giovedì Santo, invece, nella chiesa Collegiata, si è svolta la Messa “in Coena Domini”, nel corso della quale si rievoca l’Ultima Cena e si rivive la Lavanda dei piedi, con protagonisti i bambini che stanno per ricevere la Prima Comunione. I fedeli si sono recati poi nelle diverse chiese cittadine fino allo scoccare del nuovo giorno per la tradizionale visita dei Santi Sepolcri, momento per soffermarsi presso gli altari della reposizione in adorazione dell’Eucaristia.



Il Venerdì Santo si aprirà con il rito delle Tre Ore di Agonia, alle ore 13 nella chiesa Collegiata: sarà Padre Ferdinando Campana, Padre Provinciale dei Frati Minori delle Marche, a guidare la liturgia nel corso della quale si rifletterà sulle ultime sette frasi pronunciate da Gesù prima della sua morte, le cosiddette “sette parole”. Un’atmosfera di tristezza e raccoglimento contraddistinguerà le Tre Ore, e a rendere la celebrazione ancor più coinvolgente saranno i canti tristi, la chiesa quasi buia e le toccanti parole del predicatore fino alla deposizione del Cristo dalla croce. Alle 20, la celebrazione della Passione del Signore, sempre in Collegiata, precederà la grande Processione del Cristo Morto: tutti i cittadini si uniranno alla mestizia per la morte di Gesù accompagnando il feretro per le vie del centro storico.


La tristezza diventerà gioia la sera del Sabato Santo, quando alle 22, in Collegiata, si celebrerà la Veglia Pasquale nella notte santa, con i quattro momenti (Liturgia del Fuoco, Liturgia della Parola, Liturgia Battesimale e Liturgia Eucaristica) culminanti con l’annuncio della risurrezione di Gesù, manifestata anche dal suono delle campane. Come ogni anno, saranno tantissimi i monteluponesi che parteciperanno a questi momenti tradizionali così significativi, a testimonianza di una fede vissuta in maniera sentita, con gioia e spiritualità, e di una profonda identità religiosa e culturale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 marzo 2008 - 945 letture

In questo articolo si parla di cultura, Comune di Montelupone, montelupone





logoEV