Da Malta il prof.Henry Frendo per un discorso intorno a Pompeo Floriani

henry frendo 3' di lettura 28/03/2008 - Un\'incontro culturale internazionale incentrato sulla figura del famoso architetto maceratese di fine \'500 si terrà sabato 29 marzo, alle ore 18.30, nel salone del teatro della Filarmonica, a Palazzo Bourbon Dal Monte, via Gramsci n.30.

Macerata e la città di Floriana (Malta), città gemellate dal 2007, di nuovo insieme per un “Discorso intorno a Pompeo Floriani”, l’ultimo lavoro di Simonetta Torresi, appassionata ricercatrice nel campo della storia e dell’arte.



All’incontro voluto dalla Società Filarmonico Drammatica, nell’ambito delle iniziative legate al bicentenario del sodalizio maceratese, dal Comune di Macerata, gemellata con Floriana ( che prende il nome da Floriani) dalla Provincia di Macerata e dall’Università di Macerata, non è potuta intervenire Dolores Cristina, ministro dell’ Educazione e Cultura del governo di Malta, ma ha voluto comunque far sentire il suo appoggio inviando un messaggio che sarà letto durante l’incontro. Da Malta, comunque, arriva il prof. Henry Frendo, docente di storia presso l’università di Malta.



La Società Filarmonico Drammatica ha voluto finanziare la pubblicazione sull’architetto Pompeo Floriani, perché da sempre da attenzione e sostegno alla cultura. “in occasione del bicentenario della fondazione del nostro sodalizio – sottolinea il presidente Giovanni Battistelli – ci è sembrato giusto mettere in mostra un maceratese, anzi una famiglia maceratese, che ha dato lustro alla città”.



Pompeo Floriani è un nobile maceratese di fine ‘500 e famoso architetto civile e militare. Ha partecipato alla battaglia di Lepanto, è stato architetto per la città di Loreto, e secondo alcuni è stato uno degli architetti della fortezza di Palma Nova in Friuli. Ma questo incontro internazionale si rifà principalmente al fatto che Pompeo Floriani prima e specialmente, poi, il figlio hanno lasciato le loro tracce a Malta e precisamente nella città di Floriana, che prende il nome proprio da questa nobile casata maceratese. Pompeo Floriani è andato a vedere le mura della Valetta, capitale di Malta, realizzate dal architetto italiano Laparelli e successivamente il figlio Pietro Paolo anch’egli architetto civile e militare che ha realizzato una ulteriore cinta muraria, a Malta, appunto denominata “La Floriana” e dentro la quale si è sviluppata la città la Floriana, gemellata con Macerata dal 2007 grazie all’attività di questa famiglia di architetti maceratesi.



Il presidente della Società Filarmonico Drammatica, Giovanni Battistelli, invita a tutta la cittadinanza ad intervenire.



Il 1 luglio 2007 è stato sottoscritto a Floriana, uno dei comuni che compongono il vasto agglomerato urbano che si affaccia sul frastagliato Porto Grande di Malta, il Patto di gemellaggio tra la città maltese e Macerata. Il 4 agosto 2007 lo stesso patto è firmato a Macerata sancendo il vincolo di gemellaggio tra le due città. Pur essendo un piccolo centro è parte importante del nucleo storico che si affaccia sul porto di malta ed è caratterizzata da una possente cinta difensiva di circa 4 Km., le mura Floriane, progettate dal maceratese Pietro Paolo Floriani, da cui ha tratto il nome. La figura di questo ingegnere, chiamato a Malta dall\'Ordine dei Cavalieri nel 1634, accomuna la città di Macerata a Floriana, offrendo un valido motivo storico e culturale alla reciproca conoscenza. Il primo incontro ufficiale tra le Amministrazioni dei Comuni di Macerata e Floriana si è svolto nel 2002 e dopo alcuni scambi culturali e scolastici, il patto di gemellaggio è stato deliberato dal Consiglio comunale di Macerata a maggio del 2007.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 marzo 2008 - 1169 letture

In questo articolo si parla di cultura, macerata, associazione, società filarmonico drammatica





logoEV