San Severino: sono di scena le \'Storie di carta\', teatro per i bambini

teatro bambini storie di carta 2' di lettura 01/08/2008 -

La suggestiva cornice di palazzo Servanzi Confidati, a San Severino Marche, ospiterà questa sera, a partire dalle 21,30 lo spettacolo \"Storie di carta\" della compagnia Teatro del Canguro nell\'ambito della rassegna \"Si raccontano le favole\" promossa dalla Provincia di Macerata in collaborazione con i Comuni del territorio che ospitano l\'iniziativa.



In questo spettacolo ci sono molti fogli di carta di varie forme e dimensioni, ci sono tanti colori, tanti pennelli, matite, pennarelli: insomma c\'è tutto quanto può essere utile per disegnare, colorare, dipingere. Ci sono poi colla, forbici, nastri adesivi: insomma c\'è tutto quanto serve per incollare, tagliare, piegare, aggiungere, sottrarre. Ci sono anche Umberto e Walter in questo spettacolo: Umberto disegna, pittura, dipinge, sporca, si sporca; Walter cancella, taglia, incolla, sporca, si sporca. C\'è poi una storia, la storia di Bimba. Bimba è un pupazzetto curioso e vivace che proprio non riesce a stare lontano da tutte le cose che Umberto e Walter disegnano e costruiscono; se ad esempio su di un foglio appare il disegno di una casa subito Bimba vuole entrarci e chiede a Natascia, la sua animatrice \"personale\", di aiutarla ad entrare nella casa, se invece il disegno rappresenta un albero subito Bimba ci si vuole arrampicare.


Qualche volta Natascia si adopera per farle capire che bisogna essere prudenti, che non si può fare tutto quello che si vuole, che ci sono cose pericolose...che qualcuno potrebbe arrabbiarsi, che... Ma Bimba non sente ragione, lei è fatta così, come del resto sono fatti così anche tanti bambini, e infatti quello che succede a lei potrebbe accadere anche a molti bambini. Allora perché si racconta la storia di Bimba se potrebbe essere simile a tante altre? Perché questa è più strana, più divertente, più incredibile di tutte le altre; e questo grazie al fatto che Bimba è sì come tutti gli altri bambini, ma lo è molto...molto...molto di più! Ed allora quando qualcuno è \"molto, molto di più\" diventa sempre interessante guardare ed ascoltare tutto quanto gli accade...


Riuscirà Natascia a farle capire che l\'acqua bagna, che il fuoco scotta, che il mare è profondo, che il cielo è troppo alto, che un cane può anche mordere (se lo si infastidisce), che se non si mangia (quando si deve farlo) si ha poi tanta fame, che se non si dorme (quando si deve farlo) si ha poi tanto sonno...e cosa e chi incontrerà Bimba tra le righe e i punti e i colori dei disegni di Umberto e Walter?


Al termine dello spettacolo, ad ingresso gratuito, a tutti i bambini verrà consegnata dalla Provincia di Macerata una sacca contenente divertenti giochi.




Nella foto: un momento dello spettacolo









Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 01 agosto 2008 - 705 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata





logoEV
logoEV