Serravalle: torna la grande festa celtica sull\'altopiano di Colfiorito

ogam 3' di lettura 02/08/2008 - Dal tramonto all\'alba, tutto in una notte, il prossimo due agosto la vita degli antichi Celti, sarà protagonista sull\'altopiano di Colfiorito. Si attendono almeno ventimila persone, sono già arrivate prenotazioni da Francia e Spagna.

La novità di quest\'anno è l\'accampamento storico allestito nel cuore della festa, una perfetta ricostruzione di alcune scene di vita degli antichi Celti, con la preparazione della battaglia, la colorazione delle stoffe, la realizzazione di gioielli, e della bevanda tipica, l\'idromele. Il programma prevede anche alcuni convegni di approfondimento sul mondo druidico ed i suoi collegamenti con le Marche, a partire dalle 17 di sabato.


Riconfermati anche per quest\'anno gli stage di arpa celtica, cornamusa, danza, bodhran, violino, canto irlandese, chitarra e combattimenti con spade, a partire dalle 16. Dalla stessa ora sarà aperto l\'apprezzato mercatino celtico e prenderà il via la terza edizione dei Giochi celtici, con il lancio del tronco e della pietra. Nel pomeriggio sarà disponibile anche un servizio di baby park per i più piccoli, fino alle 19.30 con animatori.


Al calar del sole saranno accesi i fuochi sacri, e si darà il via al \"sabba\" fino all\'alba, con la chitarra celtica di Gabriele Possenti (Marche), la world music dei Ductia (Toscana), poi il quintetto femminile delle Green Clouds (Abruzzo), lascerà spazio ai combattimenti dei Fortebraccio Veregrense. Da mezzanotte all\'alba no stop con l\'irish music dei Birkin Tree (Liguria), il folk asturiano dei Felpeyu, il rock celtico dei Mortimer Mc Grave (Marche), i suoni di Scozia e Irlanda dei Folk Road (Lazio). \"La nostra manifestazione non ha valenza politica - hanno spiegato in conferenza stampa Maurizio Serafini e Luciano Monceri di Artenomade - è trasversale, per età e partecipazione, il comun denominatore è il rispetto per la natura, ispirata a quei valori di spiritualità, fratellanza e rispetto, tipici della cultura celtica, che in un mondo come quello di oggi, c\'è bisogno più che mai di recuperare\".


La manifestazione è ecompatibile, con stoviglie biodegradabili, lo smaltimento viene fatto in collaborazione con il Cosmari. Anche il piano di sicurezza è stato studiato in collaborazione con le forze dell\'ordine, e all\'ingresso c\'è l\'etilotest gratuito in collaborazione con Stammibene, anche se in cinque edizioni non si sono riscontrati particolari problemi. Nell\'area della festa 5 ettari sono stati destinati al campeggio libero, 15 a parcheggio gratuito. Per evitare problemi di fila e ordine pubblico, quest\'anno non si pagherà il parcheggio, ma l\'ingresso personale a 10 euro. Ogni giorno su Multiradio e Radio Arancia appuntamenti con anticipazioni sulla festa.


Il 14 agosto nuovo appuntamento con Ascoli Celtica, una sorta di \"Montelago Urbana\", come la chiamano gli organizzatori. Per tutte le informazioni: 0733.201359, www.artenomade.com.









Questo è un articolo pubblicato il 02-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 01 agosto 2008 - 1639 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, monia orazi





logoEV
logoEV