Treia: a Vallesacco la trentesima Disfida del Bracciale

2' di lettura 04/08/2008 - Il Vallesacco si aggiudica la trentesima Disfida del Bracciale di Treia. Gare equilibratissime con finale tra le tenebre. Grande successo per il cartellone degli spettacoli. Battuto in finale il Cassero per 7.3.

Il Vallesacco si è aggiudicato la trentesima Disfida del Bracciale di Treia. I neo campioni hanno superato in finale il Cassero con il punteggio di 7-3. Non sono mancate le sorprese in un\'Arena Carlo Didimi gremita da migliaia di spettatori. Nella prima semifinale pronostico sovvertito con il Vallesacco che è riuscito nell\'impresa di eliminare il Borgo: si è dovuto ricorrere alla conta dei punti in quanto il parziale conclusivo è stato di 5 pari ma per 22-21 i viola sono riusciti a guadagnare la finalissima dove hanno trovato di fronte il Cassero che ha avuto la meglio sull\'Onglavina per 6-4 anche qui al termine di un match molto sofferto. Inevitabilmente quindi si è andati per le lunghe tanto che la partita decisiva si è chiusa praticamente tra le tenebre ma la gara ha avuto poca storia per la maggiore freschezza fisica di Giacomo Gentili, Andrea Spurio, Massimiliano Bartoloni, Luca Faraoni, Andrea Marchegiani e Raffaele Testa che hanno permesso al Vallesacco di guadagnare l\'ottava affermazione nell\'albo d\'oro.




L\'edizione 2008 è stata caratterizzata da una presenza record di pubblico per tutti i nove giorni della manifestazione. \"In qualche caso, ha rimarcato il sindaco Luigi Santalucia, possiamo anche parlare di vere e proprie notti bianche visto che i numerosi visitatori sono rimasti nel centro storico sin quasi all\'alba.\" Legittima era la curiosità anche per i grandi nomi che hanno impreziosito la Disfida 2008 con la straordinaria voce di Luca Ward, il talento di un musicista definito come vero e proprio prodigio del blues ossia Eric Steckel, la classe di un\'attrice del calibro di Paola Gassman, le emozioni regalate dagli \"Achtung babies\" la cover band italiana degli U2 per concludere con le migliaia di persone che hanno assistito al concerto, offerto dalla Lube, di Gigi D\'Alessio accompagnato dalla sua compagna Anna Tatangelo:\"in realtà, ha proseguito Santalucia, abbiamo cercato di andare incontro un pò a tutte le richieste: il nostro è un pubblico composito che spazia dai più giovani sino alla terza età. Ma quando 30 anni fa gli amministratori di allora lanciarono l\'avventura della Disfida lo fecero soprattutto per sancire la continuità di un amore, quello mai sopito verso il bracciale. Quest\'anno quindi, oltre agli spettacoli, abbiamo voluto ribadire questo legame condiviso anche con Giacomo Leopardi coetaneo del più grande tra i giocatori, Carlo Didimi.\"Treia, ha detto il presidente dell\'Ente Disfida Franco Capponi, vuol dare l\'immagine di una città viva, accogliente, godibile. Allestire una manifestazione così articolata ed intensa non è impresa da poco. Per questo il ringraziamento va ai quartieri, ai volontari ed agli sponsor che rendono possibili nove giorni straordinari\"






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 agosto 2008 - 876 letture

In questo articolo si parla di