Camerino: ancora fondi per la ricerca all\'Università

2' di lettura 07/08/2008 - Il Rettore \"orgoglioso del risultato: il nostro è un ateneo vitale\"

Oltre 370.000 euro: questa la cifra ottenuta da Unicam per i tre progetti di ricerca che nel 2007 sono stati co-finanziati dal Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca e che riguardano importanti settori della chimica, della biologia e della matematica; anche nel 2007, quindi, l’Università di Camerino si è dimostrata capace di attrarre finanziamenti, sia pubblici che privati, per le proprie attività di ricerca.


Nell’assegnazione del co-finanziamento da parte del Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca per i progetti di rilevante interesse nazionale (PRIN), infatti, anche per questo anno i ricercatori Unicam mantengono lo straordinario risultato degli ultimi anni.


Questi i progetti: “Progettazione e sintesi di complessi di rame per lo sviluppo di farmaci bioinorganici target-specifici” coordinato dal prof. Carlo Santini; “Dinamica dell’interazione ribosomi-ligandi durante l’inizio della traduzione nei batteri e negli archei” coordinato dal prof. Claudio Gualerzi; “Teoria dei modelli, teoria degli insiemi e applicazioni” coordinato dal prof. Carlo Toffalori.


“E’ un risultato del quale dobbiamo essere fieri e orgogliosi– sottolinea il Rettore Unicam, prof. Fulvio Esposito – perché fornisce una importante dimostrazione della vitalità del nostro Ateneo. Tengo a sottolineare poi che non si tratta di un risultato episodico: lo scorso anno Unicam si è collocata al 6° posto assoluto tra le Università italiane per finanziamenti pro-capite ottenuti dai ricercatori dell’Ateneo, mentre facendo una media dei finanziamenti ottenuti dal 2001 al 2006, la nostra Università si trova al 9° posto”.


Numerosi sono poi anche i docenti Unicam che non sono coordinatori nazionali, ma coordinano unità locali all’interno di progetti finanziati. Anche in questo caso i finanziamenti ottenuti da Unicam sono davvero cospicui e riguardano quasi tutte le principali linee di ricerca di eccellenza dell’Ateneo: si va dall’informatica alla fisica, dalla geologia alla chimica, dalla biologia alla veterinaria e alla farmacia.


La ricerca Unicam era stata premiata nei giorni scorsi anche dal Sole 24Ore: sulla base di una classifica stilata tenendo conto di nove indicatori tra i quali appunto docenti e ricerca, l’Università di Camerino ha conquistato il 23° posto assoluto tra le Università statali con ben 521 punti.
La ricerca dell’Università di Camerino conferma quindi il suo alto valore, riconosciuta sia a livello nazionale che internazionale. E’ proprio grazie alla ricerca, all’alta formazione e all’innovazione, infatti, che si rafforza e si sviluppa tutto il sistema produttivo del nostro Paese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 agosto 2008 - 798 letture

In questo articolo si parla di attualità, università di camerino, camerino, Unicam