La seduzione a tavola secondo Carlo Cambi, giornalista enogastronomico

sushi 2' di lettura 10/08/2008 - Non è un mistero che ci sia un legame inscindibile tra seduzione e cibo, fra appetito alimentare e quello sessuale. Lo rivelano le ultime ricerche e lo confermano libri, film e nuove tendenze. Ma il sushi è più afrodisiaco di un piatto di pasta?

A svelare gli arcani misteri del connubio gola-eros, il professor Carlo Cambi, docente di teorie del turismo all’Ateneo maceratese e uno dei più autorevoli giornalisti enogastronomici d’Italia, che oggi agli aperitivi del Festival, alle 12 agli Antichi Forni, ci introdurrà nei peccati di gola che sprigionano sensualità e erotismo.

Non a caso la gola e la lussuria sono associati tra i sette peccati capitali – afferma Cambi -. Il sesso e il cibo provocano seduzione erotica, ma attenzione ad alcuni errori! Per quanto sia appurato che non esistano cibi afrodisiaci, è altrettanto certo che alcune pietanze siano inibitorie del desiderio. Quindi, evitare le carni di qualsiasi genere, eccezion fatta per i salumi e il salame in particolare. Un bel filetto al sangue o una sontuosa costata fiorentina sono eccellenti per una cena in compagnia, in un tête a tête risulterebbero fatali e il flop a letto è scontato”.

Banditi anche i dessert industriali, le fritture, soprattutto se la seduzione è tra i fornelli di casa. L’odore del fritto, anche con una eccellente cappa d\'aspirazione, coprirebbe fatalmente la costosissima eau de toilette che la donna ha comprato per l’occasione. No anche alle grandi abbuffate, l’eccesso di cibo procura sonnolenza.

E da buon toscano il professor Cambi dice: “Evitare di eccedere nella quantità delle portate: si sa che chi dorme… E’ buona regola che per sedurre con la gola, bisogna saper sedurre con la vista. No ad una presentazione pressappochista dei piatti se la cena avviene in casa. Il sushi è più erotico, rispetto alla dieta mediterranea che è più sensuale. Ma la regola madre da evitare nella seduzione culinaria è la fretta! Un buon pasto, così come un passionale eros, vanno gustati lentamente, assaporando attimo per attimo le sensazioni che risvegliano i nostri sensi”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 agosto 2008 - 1110 letture

In questo articolo si parla di cultura, macerata, associazione, sushi, tavola, cibo ed eros, carlo cambi





logoEV
logoEV