San Severino intitola una via al genetista Nazareno Strampelli

2' di lettura 29/10/2008 - La Giunta comunale di San Severino Marche ha deciso di intitolare una via della città al grande genetista Nazareno Strampelli, nato a Castelraimondo il 29 maggio del 1866 e morto a Roma il 23 gennaio 1942.

Scienziato di fama mondiale creò, facendo ricorso a più di 800 incroci, numerose varietà di frumento coltivate poi non solo in Italia ma anche in molti altri Paesi. Grazie alle sue ricerche in molte nazioni, come ad esempio l\'Argentina e la Cina, in passato si riuscirono a risolvere gravi problemi di produttività e si arrivò, addirittura, a scongiurare la fame.


Nel 1900 Strampelli eseguì, a Camerino, il primo esperimento di genetica: incrociò il grano \"Rieti\" (che allettava ma resisteva alla ruggine) con il grano \"Noè\" (che, al contrario, era soggetto a perniciosa ruggine, ma non allettava) riuscendo così ad ottenere un prodotto capace di resistere al coricamento ed alla ruggine. Con l\'opera di Strampelli l\'Italia raggiunse un\'indipendenza granaria in un momento in cui le leggi di Mendel sull\'eredità dei caratteri non erano ancora di dominio pubblico, cosa che autorizza a pensare che lo scienziato marchigiano abbia anticipato l\'abate agostiniano di Brun. Le ricerche di Strampelli, comunque, non si limitarono solo al grano, ma si estesero anche ad altri cereali come orzo, segale, avena e mais, seguendo le attività di campi sperimentali a Foggia, Leonessa e in altre zone della penisola.


Il risultato più eclatante delle sue ricerche lo raggiunse nel 1925, anno in cui fu proclamata la Battaglia del Grano per affrancare l\'Italia dalle risorse straniere e da forti approvvigionamenti dall\'estero. Con le varietà dei cosiddetti Grani della Vittoria, l\'intera nazione divenne autosufficiente nel campo della granicoltura. Strampelli finì per ricevere riconoscimenti da molte parti della terra e nel 1929 fu nominato Senatore del Regno.


Proprio in questi giorni sono in corso le riprese del film \"L\'uomo del grano\" per la regia di Giancarlo Baudena. Alcune scene di quello che sarà un vero e proprio documentario sulla vita del grande genetista, verranno girate anche a San Severino Marche.


Nella foto: il regista Baudena e due attori, sul set del film dedicato a Strampelli








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 ottobre 2008 - 812 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, Comune di San Severino Marche