contatore accessi free

Recanati: presentazione sportello prevenzione e assistenza vittime reati

2' di lettura 04/02/2009 - E\' stato presentato ieri mattina dal sindaco Fabio Corvatta e dal prefetto di Macerata Vittorio Piscitelli il nuovo sportello per la prevenzione e l\'assistenza alle vittime di reati, che sarà operativo a Recanati, nel Salone del Mutilato, presso i giardini pubblici di via Cavour intitolati a Beniamino Gigli, dalla metà di febbraio.

L\'ufficio, realizzato in sinergia con la Prefettura all\'interno di un progetto regionale volto a fornire assistenza a quanti sono vittime di reati di varia natura, sarà gestito in collaborazione con l\'associazione dei carabinieri in congedo e con quella dei combattenti e reduci. Alla presentazione nella Sala del Mutilato sono intervenuti, insieme all\'assessore provinciale Paola Cardinali, ai rappresentanti delle forze dell\'ordine, della Questura, della guardia di Finanza, dei carabinieri e delle associazioni recanatesi, anche il presidente dei Carabinieri in congedo di Recanati, il tenente colonnello Renato Bruni, e il sindaco di San Severino Marche Cesare Martini (nella foto rispettivamente alla sinistra del sindaco e alla destra del prefetto). Recanati è capofila, infatti, del progetto che vede coinvolti diversi comuni della provincia di Macerata.


\"Lo sportello partirà ora ma vanta già un riconoscimento - ha spiegato il sindaco Corvatta - dal momento che ha ottenuto un finanziamento regionale di 40 mila euro. Il servizio rappresenta una risposta alla richiesta di sicurezza dei cittadini e soprattutto delle fasce più deboli. Nasce da un rapporto di collaborazione con tutte le forze dell\'ordine e si inserisce all\'interno del piano sicurezza elaborato dalla nostra Amministrazione comunale. Un piano finalizzato a fornire un servizio organico di presenza sul territorio e che ci ha visto, fra l\'altro, incrementare il personale dei vigili urbani e acquistare, per la somma di 140 mila euro, telecamere che saranno posizionate nelle prossime settimane in alcuni punti strategici della città per garantire un controllo maggiore del territorio\".


Lo sportello che sarà operativo dai prossimi giorni ha l\'obiettivo di \"fornire una prima assistenza - ha spiegato il sindaco - a chi è vittima di qualsiasi reato. Venendo qui potrà avere la possibilità di fare denuncia, alleggerendo il lavoro dei carabinieri che potranno essere impiegati per altre mansioni, avere assistenza psicologica ma anche pratica, come ad esempio le indicazioni per bloccare le carte di credito o i riferimenti per riparare subito la serratura di casa. Si partirà con un orario che verrà poi ampliato, fino all\'obiettivo di una disponibilità per l\'intero arco della giornata\".


Il prefetto Piscitelli ha sottolineato il ruolo importante del progetto per il territorio che \"statisticamente è fra i più tranquilli in Italia, con una bassa percentuale di reati, ma la popolazione è molto sensibile al tema della sicurezza e servizi come questo sono in grado di concorrere a migliorare la vivibilità e di rispondere ad un\'esigenza molto sentita\".
Nascerà anche un \"Osservatorio per la vivibilità\" per orientare le azioni di risposta dell\'ente pubblico e delle forze dell\'ordine.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 04 febbraio 2009 - 822 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, Comune di Recanati


logoEV
logoEV