contatore accessi free

Piccioni in Corso della Repubblica, chiude un negozio

negozio 2' di lettura 09/02/2009 - Chiude a causa degli escrementi dei piccioni un negozio di Macerata e il Comune non dice nulla sostenendo, a ragione, che il piccione terraiolo è \"res nullius\".

Forse perché i nostri amministratori difendono il volatile assunto a logo della Provincia (il Picus del Ver sacrum) e soggetto di un blasone popolare che definisce i maceratesi \"pistacoppi\". Ma qualcuno si è mai preoccupato di censire il numero di piccioni che albergano sui vari posatoi (tetti, cornicioni, buche pontaie ecc.)? Qualcuno si è mai preoccupato di rilevare i danni che producono le deiezioni del pennuto che tuba? Amministratori di cittadine molto più piccole si sono interessate della questione e la vicina Spello ha deliberato addirittura un \"Piano comunale di controllo del piccione terraiolo per il periodo 2007/ 2010\". Un piano ben articolato che prevede il coinvolgimento di diversi Enti (Amministrazione della Provincia di Perugia, Ufficio Caccia e Servizio di Polizia Provinciale; ASL - Servizio Veterinario Foligno; Corpo Forestale dello Stato; ATC Perugia - Foligno; Associazioni degli Imprenditori agricoli; Associazioni venatorie ed ambientaliste del comune di Spello).


Lo scopo è quello di garantire la salute pubblica attraverso: la valutazione del problema, con riferimento ai danni e agli inconvenienti esistenti; il censimento (consistenza numerica della popolazione e delle zone di maggiore aggregazione) ripetuto periodicamente, anche per valutare l\'efficacia dell\'eventuale piano di contenimento, utile anche al fine di individuare le zone che necessitano di interventi prioritari (scuole, servizi, ecc.); indagine sanitaria (esame clinico, autoptico, di laboratorio) fondamentale per accertare un\'eventuale presenza di microrganismi patogeni, al fine di valutare l\'effettivo rischio di trasmissione di malattie;


In ultima analisi ritengo che ognuno debba fare la parte sua: la Soprintendenza dovrebbe rilasciare al più presto il parere favorevole alla richiesta di installazione di dissuasori meccanici passivi (reti di sbarramento, punte plastiche poste sui posatoi, ecc) presentata dal condominio dell\'edificio alla fine del corso della Repubblica e mettere in sicurezza la cupola di san Filippo. Inoltre il Sindaco dovrebbe accertarsi se i piccioni sono portatori di malattie infettive (salmonellosi eccetera) o no. Al Presidente della Provincia spetterà il compito di coordinare il tutto e magari avviare la cattura o meglio una caccia selettiva. L\'allarme lanciato del commerciante dovrebbe essere recepito in quanto i piccioni potrebbero risultare portatori di infezioni.


   

da Walter Bonifazi
Consigliere PDL Circoscrizione \"Centro Storico\" Macerata






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2009 alle 22:35 sul giornale del 09 febbraio 2009 - 963 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, walter bonifazi, consigliere pdl circoscrizione centro storico


logoEV
logoEV