contatore accessi free

San Ginesio: rivive il Cyrano de Bergerac

2' di lettura 12/02/2009 - \"Teatro Ospitale\" è il titolo della singolare iniziativa promossa sabato 14 febbraio dal Teatro Leopardi di San Ginesio in occasione dello spettacolo Cirano di Bergerac di Edmond Rostand diretto da Corrado D\'Elia ed ospitato nell\'ambito della stagione promossa dal Comune di San Ginesio e dall\'Amat con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
 



\"Teatro Ospitale\" propone al pubblico una giornata tutta ginesina. L\'idea è quella di fondere insieme bellezze artistiche ed architettoniche con lo spettacolo e la convivialità.


Il programma prende il via alle ore 15 quando una guida accompagnerà il pubblico a visitare i monumenti più interessanti di San Ginesio per proseguire alle ore 17 al Circolo cittadino dove ci si potrà concedere una pausa ristoratrice, assistere ad una breve conferenza introduttiva allo spettacolo Cirano e partecipare ad un piccolo torneo di burraco intitolato a \"Rossana\", la donna amata da Cirano. Alle ore 20 - prima dell\'inizio dello spettacolo previsto per le ore 21.15 - i possessori del biglietto per Cirano potranno approfittare di un catering organizzato sempre nei locali del circolo. Per la cena e l\'ingresso a Teatro (al costo ridotto di 8 euro) è utile la prenotazione (320 0256075).



Veniamo ora allo spettacolo, un ritratto generazionale, un vero e proprio cult del teatro giovane della Compagnia Teatri Possibili da 11 anni in giro per l\'Italia.


\"Nella maniera asciutta, veloce e visionaria che ci contraddistingue - si legge nelle note allo spettacolo - raccontiamo la magnifica storia di Cirano, uomo eroico e virtuoso, insuperabile della spada e della parola, il cui rifiuto di farsi imprigionare dalle convenzioni sociali, dall\'asservimento politico e culturale, dal conformismo ideologico e dal potere, viene pagato con la morte. Su una scena costituita da un unico piano inclinato, meccanismo flessibile e dinamico, che si trasforma improvvisamente tra lo stupore degli spettatori, e che riesce ad evocare le diverse e numerose ambientazioni, si svolgono le vicende dell\'amore impossibile di Cirano per Rossana, legata a sua volta a Cristiano, bello ma privo di spirito e dialettica.


Svestito dai merletti del romanticismo e dalle facili rime, tradotto in una prosa attuale e vicina allo spettatore, Cirano riesce ad affascinare il pubblico per la fedeltà irremovibile ai suoi sogni, il suo amore per la libertà e l\'anticonformismo, che lo rendono finalmente figura umana concreta e, sopratutto, contemporanea. Gli spettatori vengono letteralmente rapiti dalle vicende e dalle passioni evocate dagli attori, grazie a momenti di comicità, seguiti da drammi umani sconvolgenti, in grado di trasportare gli animi più sensibili anche alle lacrime.\"


Per informazioni e biglietti: 320 0256075, Amat 071 2072439, www.amat.marche.it.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2009 alle 19:23 sul giornale del 12 febbraio 2009 - 1501 letture

All'articolo ? associato un evento

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, amat marche


logoEV
logoEV