contatore accessi free

Matelica: una macchina amica del cuore donata all\'ospedale

3' di lettura 14/02/2009 - Da ieri mattina, l\'ospedale di Matelica ha un servizio in più. Una sonda eco-cardiologica, attesa da due anni è stata donata dai commercianti del centro commerciale naturale Amatelica, consegnata nelle mani di Pierluigi Gigliucci, direttore dell\'Asur Zona territoriale 10 e del dottor Roberto Amici, primardio di Cardiologia e capo del dipartimento di emergenza.

La macchina, costata 7 mila euro, andrà ad arricchire i servizi diagnostici dell\'ambulatorio di Cardiologia, utile per patologie del cuore quali valvulopatie, malattie coronariche e scompensi cardiaci, post-infarto. \"Abbiamo iniziato con manifestazioni per animare il centro storico - ha detto Fabrizio Massari, presidente del centro commerciale naturale - nel periodo natalizio abbiamo voluto dare vita ad un evento a sfondo sociale, subito accolta da tanti negozi che hanno dato il loro contributo insieme a tutti gli sponsor, la Cesari Claudio costruzioni, Mabex Electronics, Geronimo, la Cesari Giovanni, Grafica Ideart, Barito Immobiliare che ringrazio a nome di tutti\".


Il dottor Gigliucci ha \"ricambiato\" la cortesia con la notizia che entro sei mesi, saranno attivati nel presidio di Matelica venti posti letti per la riabilitazione intensiva (residenza sanitaria riabilitativa), grazie alla delibera della giunta regionale, di dieci giorni fa, la numero 77 che stanzia 1 milione e 400 mila euro, nei settori ortopedico, polmonare-broncopolmonare e cardiologico. Saranno gestiti dalla società Santo Stefano, con cui è in atto una convenzione. \"Si avvia una fase di riqualificazione per l\'ospedale di Matelica - ha detto il dott.Giugluicci - che diventerà un punto di riferimento per la riabilitazione, non solo per l\'area vasta del maceratese, ma per un bacino più ampio in sinergia con Treia, e l\'area sub-appenninica, vista l\'alta percentuale di popolazione anziana, tra le più alte in Italia\". Presenti per il comune di Matelica, l\'assessore Adriano De Leo ed il consigliere Venanzio Boldrini, che ha espresso le preoccupazioni per i pensionamenti a radiologia e la possibile chiusura del reparto, garantire un maggiore ventaglio di esami negli ambulatori senza dover andare in altri presidi, ridurre le liste d\'attesa, salite di 12 giorni per cardiologia e angiologia secondo Dante Reale coordinatore del Tribunale del Malato.


Giugliucci ha risposto punto per punto, garantendo che \"qui non sarà tolto nessun servizio, ma ci sarà una riqualificazione, mentre le liste d\'attesa sono state ridotte\". Cresciute rispetto al 2007 le pretazioni in tutti i reparti e gli ambulatori, del 13 per cento a radiologia, di quasi il venti per cento nel punto di primo soccorso, di poco meno del trenta per cento le attività complessive di medicina (reparto, penumologia, cardiologia). Alcune persone hanno espresso preoccupazione per il futuro del reparto di medicina, il cui primario tra pochi mesi sarà senza contratto, date le prestazioni altamente specialistiche erogate nel reparto (videocapsula, studio del sonno, ecografia interna, ematologia, metabolismo basale, mineralogia ossea, studi funzionali apparato digerente, impedenziometria).


   

di Monia Orazi






Questo è un articolo pubblicato il 14-02-2009 alle 21:56 sul giornale del 14 febbraio 2009 - 975 letture

In questo articolo si parla di attualità, monia orazi


logoEV
logoEV