contatore accessi free

Tolentino: l\'Anpi sulla proposta di una lapide a ricordo delle Foibe

2' di lettura 14/02/2009 - Ancora oggi la destra si ostina, con le sue bacheche ed i suoi interventi, a ricordare il fascismo con slogan revisionistici che stravolgono la verità storica e nascondono le tragedie del conflitto orientale Jugoslavo. Da ultimo, una proposta conflittuale sì è vista dalla destra locale che ha proposito al Consiglio Comunale di Tolentino, con una mozione, di collocare al parco Isola d’Istria una lapide nel ricordo delle foibe; parco che ha dato alla città un grande segno di fratellanza con il popolo Istriano negli anni 70, creando un gemellaggio tra le due realtà.

Peccato che la destra abbia dimenticato i contenuti della legge votata dal Governo Berlusconi:

\"Art 1. La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell\'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.\"

L\'A.N.P.I. di Tolentino, infatti, non ha pregiudizi nel confrontarsi sul conflitto orientale e sul comportamento dei nostri soldati dall\'8 settembre 43 al 45, nonché sulle stragi fasciste nei forni crematori di Trieste o sui campi di concentramento nel territorio Italiano per Slavi.

Ricordiamo inoltre il campo delle Fraschette, nei pressi di Alatri (Roma 5000 deportati slavi), o il campo di Colfiorito, ed il ruolo dei partigiani e degli esuli istriani; non ultimo le vendette perpetrate nelle Foibe, in quelle terre martoriate da anni dall\'occupazione Italiana.

L\'A.N.P.I. si farà carico, nelle prossime ricorrenze, di aprire un dibattito su questi argomenti con esperti e conoscitori delle tragedie Slave.

L\'A.N.P.I. di Tolentino ha visto in quella proposta un atteggiamento di verifica all\'interno del Consiglio e, soprattutto, una sfida per verificare la compattezza del gruppo di Maggioranza su temi resistenziali.

L\'A.N.P.I. ha constatato la fragilità di questa maggioranza, nel competere con le falsità esposte dalla destra e con l\'incuranza o \"l\'inesperienza\" di coloro che esprimono la loro vicinanza alla Resistenza e lasciano poi il Consiglio all\'inizio del dibattito o associano la Resistenza alla guerra civile.

Diamo atto dell\'impegno del Consigliere Comi nel ricompattare il gruppo ed esporre le ragioni del rigettare quella mozione, riportando sui giusti binari la richiesta della destra e mettendo così in atto una diversa proposta da noi condivisa.


IL CONSIGLIO DELL\'A.N.P.I.

Sezione di Tolentino


   

da Anpi Tolentino




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2009 alle 21:33 sul giornale del 14 febbraio 2009 - 821 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, anpi, associazione nazionale partigiani italiani


logoEV
logoEV