contatore accessi free

Tolentino: apre l\'ufficio Anmil

3' di lettura 21/02/2009 - Nei locali della stazione aprirà l\'ufficio Anmil (Associazione nazionale mutilati ed invalidi del lavoro)

Vista la richiesta pervenuta da parte dell\'Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi del Lavoro - A.N.M.I.L., circa la possibilità di ottenere la concessione in comodato gratuito di uno spazio all\'interno dei locali siti presso la stazione ferroviaria da utilizzare una volta la settimana, per svolgere iniziative ed attività riguardanti la tutela e la rappresentanza delle vittime di infortuni sul lavoro.


Considerato che, attualmente, all\'interno dei locali della stazione ferroviaria sta svolgendo la propria attività l\'Associazione onlus cui è stata affidata la gestione dello sportello Informagiovani e considerato altresì, che locali in questione, di recente, sono stati oggetto di interventi di manutenzione straordinaria, di lavori di sistemazione e di realizzazione di spazi indipendenti, tali da consentire anche lo svolgimento di un\'attività diversa, oltre quella dell\'Informagiovani, la Giunta municipale ha deliberato di autorizzare la concessione in comodato gratuito all\'A.N.M.I.L., per un periodo di un anno, prorogabile, a decorrere dalla data di stipula del relativo contratto, di uno spazio interno ai locali della stazione ferroviaria, da utilizzare una giorno la settimana, concordato nel martedì mattina dalle ore 09.00 alle ore 12.30, per svolgere iniziative ed attività riguardanti la tutela e la rappresentanza delle vittime di infortuni sul lavoro. L\'Anmil è stata fondata a Milano nel 1933.


Da oltre 60 anni, l\'Anmil opera in Italia con personalità giuridica riconosciuta ed è stata eretta in ente morale con decreto luogotenenziale 22 febbraio 1945, n. 128. La legge 21 marzo 1958, n. 335, ha fatto dell\'Anmil un ente pubblico, posto sotto la vigilanza del Ministero del lavoro e della previdenza sociale e retta da uno statuto approvato con decreto del Presidente della Repubblica 28 febbraio 1961, n. 127, su proposta del Ministero del lavoro e della previdenza sociale di concerto col Ministro dell\'economia e delle finanze.


Con l\'istituzione delle Regioni, l\'Anmil è stata sottoposta, come tutti gli altri enti assistenziali, alle procedure di accertamento delle finalità pubbliche previste dagli articoli 113 e 114 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616. L\'Anmil, oggi, continua a sussistere come associazione di diritto privato, ma mantiene la sua qualificazione di ente morale per effetto del decreto del Presidente della Repubblica 31 marzo 1979, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana 9 maggio 1979, n. 125, che, all\'articolo 2, dispone, tra l\'altro, la conservazione dei compiti associativi previsti dal proprio statuto, approvato con il citato Dpr 127/61, nonché quelli di rappresentanza e tutela dei mutilati e invalidi del lavoro, previsti dalle norme vigenti.


Inoltre, nel 1982, la Sezione controllo enti della Corte dei conti, con deliberazione del 9 marzo, n. 1647, ha riconosciuto tra i fini propri dell\'Anmil l\'attività di rappresentanza e tutela delle categorie, da svolgere anche per garantire - in conformità della previsione legislativa - la continuità della erogazione delle provvidenze spettanti agli assistiti con caratteri di completezza e uniformità. Dal 2003, l\'associazione è diventata Anmil Onlus, ovvero una organizzazione non lucrativa di utilità sociale, come deliberato dell\'Assemblea straordinaria riunita a San Benedetto del Tronto il 25 ottobre.


   

da Simone Baroncia




Questo è un articolo pubblicato il 21-02-2009 alle 12:06 sul giornale del 21 febbraio 2009 - 720 letture

In questo articolo si parla di attualità, simone baroncia


logoEV
logoEV