contatore accessi free

La condanna al rogo di Matteuccia di Francesco

1' di lettura 25/02/2009 - Il corso di laurea in Storia dell\'Università di Macerata ha organizzato per giovedì prossimo, 26 febbraio, dalle ore 9 alla Facoltà di Lettere e filosofia un seminario su \"La condanna al rogo di Matteuccia di Francesco\", bruciata a Todi come strega il 20 marzo del 1428.

Si trattò di un vero e proprio processo di stregoneria? Ne parlerà la professoressa Letizia Pellegrini. Agli studenti partecipanti verrà riconosciuto 1 cfu. Tra il 1450 e il 1750, con ondate diverse, migliaia di persone, per lo più donne vennero accusate di stregoneria; buona parte di queste venne uccisa.


La presunta “strega, fattucchiera, maliarda” Matteuccia di Francesco del castello di Ripabianca, sotto le atroci torture dell’inquisizione, confessò di recarsi al noce di Benevento a cavallo di un capro. Altri non era, invece, che una guaritrice alla quale facevano ricorso anche nobili e capitani di ventura come lo stesso Braccio Fortebraccio da Montone.


   

da Università degli Studi di Macerata
www.unimc.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2009 alle 13:17 sul giornale del 25 febbraio 2009 - 1140 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, macerata, università di macerata


logoEV
logoEV