Atletica: Lara Corradini quarta a Metz

3' di lettura 03/03/2009 - Ottimi risultati per i campioni di atletica a Metz e ai Tricolori di Bari.


Se la sono cavata egregiamente gli azzurrini marchigiani impegnati al Triangolare Internazionale under 20 di Metz contro i pari età di Francia e Germania. Ottima prova dell\'allieva velocista Yessica Stortini Perez (Sport Atl. Fermo) che onora brillantemente la sua prima volta in azzurro con una bella vittoria sui 60 piani in 7.65, stesso crono del suo argento al photofinish dei Tricolori Indoor, e grazie a cui eguaglia al centesimo il già suo primato regionale.


Ma attenzione, perché poi Yessica insieme a Marta Maffioletti, Francesca Cattaneo e Giulia Latini ha anche stabilito il nuovo record italiano juniores della staffetta 4x200, di cui è stata l\'ultima frazionista, fermando il cronometro a 1:37.95 (prec. 1:38.34). Veloce anche la junior Lara Corradini (Atl. Montecassiano) che nei 400 arriva quarta, ottenendo con 56.14 anche il suo nuovo personal best. Progressi cronometrici anche per lo junior, neo-campione d\'Italia, Giovanni Mantovani (Sport Atl. Fermo), quarto nei 60hs. Per lui 8.05 e 8.18. Nell\'alto Enrica Cipolloni (Tecno Adriatletica Marche) è quinta a quota 1,72, mentre \"la matricola\" Leonardo Zucchini (Civitanova Track Club) negli 800 corre in 1:56.57 e arriva sesto.


Dopo aver fatto furore e polverizzato ogni primato nella categoria Allievi, il gigante del disco Eduardo Albertazzi, al suo debutto tra gli juniores, stabilisce subito anche il nuovo primato italiano under 20. Per il discobolo dell\'Asa Ascoli, impegnato nel week-end a Bari per la Finale Nazionale dei Campionati Invernali di Lanci un formidabile 58,59 \"sparato\" fuori dalla gabbia al primo lancio e con cui ha messo il sigillo al suo ennesimo titolo tricolore e soffia il primato juniores ad un suo concittadino, Alessandro Botti che a Spoleto il 22 gennaio del 2006 aveva lanciato 57,42. Tuttavia non è la prima volta che Eduardo, allenato da Armando de Vincentis, si mette in luce con l\'attrezzo da 1,750 kg.


L\'anno scorso, infatti, l\'allora neanche 17enne Albertazzi con il disco degli juniores era arrivato a 54,60 (MPI U18), tanto da meritarsi la convocazione in azzurro ai Mondiali Under 20 in Polonia. E dopo questa brillante performance è sicuro che lo rivedremo presto in azione con la maglia della Nazionale in occasione dell\'imminente Quadrangolare Juniores di Lione. Nella stessa gara, da segnalare anche il bronzo di Daniele De Santis (Asa Ascoli), altro talento ascolano del disco, al terzo posto con 50,52 m.


Vale, invece, un bellissimo oro il 64,51 m del giavellottista Gianluca Tamberi (Bruni Atl. Vomano), che si aggiudica il titolo di campione italiano juniores. Da notare che se il lanciatore di Offagna (AN), figlio dell\'azzurro saltatore in alto Marco Tamberi, avesse gareggiato per il titolo assoluto, con questo stesso lancio avrebbe potuto conquistare la medaglia di bronzo. Da seguire. Nel disco assoluto, quindi, netta affermazione del finanziere umbro dell\'Avis Macerata Giovanni Faloci, primo con 60,38 m. Sempre dall\'appuntamento tricolore di Bari arrivano anche l\'argento della martellista under 23 Eleonora Zappitelli (Atl. Avis Macerata - 54,54) e il bronzo della promessa Alessandro Botti (Atl. Cento Torri) nel disco (51,42).









Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2009 alle 11:11 sul giornale del 02 marzo 2009 - 966 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche