Tolentino: i giovani di An contro il caro libro

libri 1' di lettura 05/03/2009 - I giovani tolentinati di Alleanza Nazionale propongono alcune iniziative alle scuole superiori della città per andare incontro alle esigenze delle famiglie in questo momento di crisi, proponendo di abbassare i costi dei testi scolastici, attraverso l’acquisto all’ingrosso dei testi da parte degli Istituti scolastici; istituzione un comodato d’uso sfruttando l’autonomia scolastica o attingendo ai fondi stanziati dalle Istituzioni pubbliche; adozione dei testi per una durata minima di 5 anni ed utilizzo di carta riciclata per contenere i costi degli istituti scolastici e per rispettare l’ambiente.

Alleanza Nazionale, precisa Francesco Colosi, è fiduciosa che i vari corpi insegnanti si adopereranno, adottando queste iniziative o con altre, per ridurre in modo concreto il costo dei testi scolastici. Ogni anno le famiglie con figli in età scolastica, specie per quelli che frequentano gli Istituti superiori, si trovano a settembre a fare i conti con una spesa di varie centinaia di euro per l’acquisto dei testi scolastici.


Alleanza Nazionale chiede che presidi ed insegnanti di Tolentino si facciano carico dell’esigenza di risolvere un problema che, considerato anche il periodo di crisi, grava su tante famiglie della città”.


Comunque negli anni passati a Tolentino funzionava il ‘mercatino’ dei libri usati a cura del circolo culturale ‘Tullio Colsalvatico’ e sarebbe buona cosa se tutto l’associazionismo tolentinate riproponesse tale iniziativa.






Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2009 alle 17:11 sul giornale del 05 marzo 2009 - 837 letture

In questo articolo si parla di libri, politica, tolentino, alleanza nazionale, simone baroncia





logoEV