Corridonia: partecipazione per il bicentenario della morte di Luigi Lanzi

cerimonia inaugurale luigi lanzi 2' di lettura 01/06/2009 - Un esercito di bambini accompagnati da genitori e insegnanti ha partecipato, sabato 30 maggio, a due eventi in occasione del bicentenario della morte di Luigi Lanzi (1732-1810) organizzato dal Comune di Corridonia in collaborazione con le scuole della città.

All’evento, dove i protagonisti sono stati i ragazzi che hanno organizzato una mostra con numerosi lavori frutto dei progetti scolastici incentrati sul Lanzi, hanno partecipato tutte le autorità comunali, l’assessore regionale all’istruzione Stefania Benatti e l’onorevole Mario Cavallaro. Il pomeriggio, dedicato alla figura del filologo, storico dell’arte ed etruscologo Luigi Lanzi, è iniziato alle 16.00 con la cerimonia di intitolazione del plesso della Scuola Primaria di Via Sant’Anna a Luigi Lanzi e la visita della mostra con i lavori dei piccoli alunni dell’istituto.

Alle 17.00 il sindaco Nelia Calvioni, l’assessore alla cultura Massimo Cesca e l’assessore regionale all’istruzione Stefania Benatti hanno inaugurato, presso la chiesa di San Francesco, la mostra didattica “Luigi Lanzi: il valore di una vita” con dipinti, manufatti, scritti, cd-rom e video creati dalle scuole di ogni ordine e grado della città. La mostra, che resterà aperta fino al 7 giugno con orario 17.00-20.00, ha il patrocinio del Comune di Corridonia, della Provincia di Macerata, dell’IPSIA “Filippo Corridoni”, dell’Istituto Comprensivo “Manzoni”, del Circolo Didattico “Lanzi”, della famiglia Lanzi e dall’Associazione Culturale Luigi Lanzi di Corridonia.

Con tutte le iniziative dedicate al nostro illustre concittadino – ha dichiarato il sindaco Nelia Calvigioni rivolgendosi ai ragazzi – intendiamo consegnarvi la storia e la cultura della nostra città affinché voi ne facciate tesoro. Da parte nostra continueremo nell’obiettivo di Luigi Lanzi e cioè lavorare per la formazione e l’istruzione”.


L’assessore regionale Stefania Benatti ha ringraziato l’Amministrazione comunale per il lavoro svolto e soprattutto per aver coinvolto le scuole per ricordare la figura e l’opera di Luigi Lanzi. Durante la conferenza di inaugurazione della mostra, Massimo Cesca, assessore alla cultura del comune di Corridonia, ha voluto ringraziare tutte le insegnanti per l’importante e grande lavoro svolto con e per i ragazzi. Al termine del suo intervento l’assessore ha ricordato l’appuntamento con il Convegno nazionale su Luigi Lanzi dove si continuerà a lavorare per approfondire l’opera dello studioso.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2009 alle 15:30 sul giornale del 01 giugno 2009 - 859 letture

In questo articolo si parla di politica, corridonia, comune di corridonia