Celebrato il 63° anniversario della fondazione della Repubblica italiana

2 giugno macerata 1' di lettura 03/06/2009 - Si è svolta ieri mattina a Macerata la celebrazione del 63° anniversario della fondazione della Repubblica italiana.

La pioggia, caduta incessante in precedenza, è cessata proprio in concomitanza con la cerimonia ufficiale al monumento ai Caduti, in piazza della Vittoria, permettendone così lo svolgimento come da programma. Alle 10 in punto un picchetto d’onore composto da militari dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e da agenti della Polizia di Stato ha reso gli onori al prefetto di Macerata, Vittorio Piscitelli, accolto dal comandante provinciale dei Carabinieri, Patrizio Florio. Sulla pedana delle autorità erano presenti il sindaco di Macerata, Giorgio Meschini, il vice presidente della Provincia, Francesco Vitali e i rappresentanti delle varie Armi, nonché delle associazioni combattentistiche e dell’Anpi.



Ai lati della scalinata del monumento ai Caduti sono stati posti i gonfaloni della Provincia e del Comune di Macerata. Due marinai della Capitaneria di porto di Civitanova Marche hanno accompagnato il Prefetto nell’atto di deporre una corona d’alloro ai piedi della lapide che ricorda i Caduti lungo la scalinata del monumento di Piazza della Vittoria.



Un’alunna della scuola media “Dante Alighieri” di Macerata ha letto la Preghiera per la Patria e, subito dopo, è toccato ad un ufficiale della Guardia di Finanza, leggere il messaggio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per i 63 anni dalla proclamazione della Repubblica italiana. Messaggio in cui il Capo dello Stato ha, tra l’altro, espresso parole di vicinanza alle popolazioni terremotate dell’Abruzzo ed ha rivolto un invito alla coesione sociale e nazionale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2009 alle 18:37 sul giornale del 03 giugno 2009 - 661 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata





logoEV