Corridonia: politica lontana dai cittadini, serve una svolta

corridonia 1' di lettura 20/06/2009 - Le recenti esternazioni di diversi componenti della realtà politica ed amministrativa di Corridonia suscitano alcune riflessioni. Come componente de Direttivo del PD di Corridonia ho dato le mie dimissioni in occasione dell’impegno quale Segretario Politico della L.A.M., la nuova formazione politica che si era proposta in occasione delle elezioni provinciali che hanno registrato la vittoria del PDL.

Dai commenti recenti emerge come tale vittoria abbia sbilanciato la compattezza della maggioranza in Comune, ma da cittadina impegnata in politica vorrei evidenziare anche quello che è emerso nel breve periodo in cui si è fatta campagna elettorale per i candidati della L.A.M. a Corridonia.


Molte persone hanno espresso come a Corridonia c’è una distanza notevole tra i cittadini e l’Ente Comunale, troppo spesso impegnato a dovere mantenere l’equilibrio tra le forze di maggioranza, tra loro molto in contrasto; tale distanza si riflette anche ad alcuni partiti ben radicati e presenti (in primis il PD), che però non sono in grado di esprimere una posizione politica distinta e propositiva rispetto all’operato dell’Amministrazione Comunale.


Ritengo che questo ultimo passaggio dovrebbe essere ben approfondito e discusso, soprattutto dai partiti che sono usciti sconfitti dall’ultima competizione elettorale, aprendo un confronto con tutte le persone che vogliono contribuire attivamente alla crescita civica e politica di Corridonia.


da Serenella Tonini
segretaria L.A.M.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2009 alle 17:04 sul giornale del 20 giugno 2009 - 680 letture

In questo articolo si parla di politica, corridonia





logoEV