\'Il libro nel cortile\' alla Controra di Musicultura 2009

libro 3' di lettura 20/06/2009 - Musicultura, il festival della canzone popolare e d’autore, arrivato quest’anno alla sua ventesima edizione, ha sin dalle sue origini un rapporto strettissimo con la parola poetica, tanto che i primi due firmatari del Comitato Artistico di Garanzia furono Fabrizio De Andrè e Giorgio Caproni.

Questo rapporto si è poi consolidato negli anni con la presenza di ospiti come Dacia Maraini, Fernanda Pivano, Alda Merini, Amelia Rosselli, Luisa Spaziani e Valentino Zeichen. Quest’anno, l’apporto letterario di Musicultura sarà ancora maggiore del solito, soprattutto negli spazi de “La Controra”, gli eventi pomeridiani che arricchiscono la settimana del festival e che si svolgono in alcuni dei posti più suggestivi del centro storico di Macerata, ad ingresso libero.

In particolare, l’ormai consueto appuntamento “Il libro nel cortile”, reading poetici e incontri con gli autori nel Cortile del Palazzo Municipale, in alcune giornate dovrà raddoppiare per contenere l’ondata di parole che investirà la nostra città.

Si comincia mercoledì 24 giugno alle19 con la presentazione del libro “Piero Ciampi. Discografia illustrata”, un omaggio ad uno tra i massimi cantanti-poeti del Novecento, ad opera di Enrico De Angelis (storico della canzone) e Ugo Marcheselli (massimo conoscitore del cantautore livornese). La presentazione sarà accompagnata dalla chitarra e la calda voce di Roberto D’Erme e dalla fisarmonica di Massimo Gentile. Giovedì 25 alle 18 torna un amico di Musicultura, Ennio Cavalli, caporedattore culturale del Giornale Radio Rai, che presenterà “Libro grosso”, in cui ha raccolto i precedenti “Libro di storia e di grilli”, “Libro di scienza e di nani” e “Libro di sillabe” e che è recentemente entrato nella terna dei finalisti del Premio Viareggio 2009. Ad accompagnarlo la voce di Tiziana Bagatella, attrice teatrale e di fiction di successo.

Alle 18,45 dello stesso giorno, arriva a Macerata, l’ospite internazionale della parte letteraria di Musicultura 2009, Joumana Haddad. Poetessa, giornalista e traduttrice libanese, è caporedattrice di “Jasad”, rivista in lingua araba specializzata nelle arti e la letteratura del corpo, “unico tempio vero di questo mondo” (Novalis). Già presente in Italia nelle antologie di scrittrici arabe contemporanee, “Parola di donna, corpo di donna” e “Non ho peccato abbastanza”, a cura di Valentina Colombo, leggerà alcuni versi della sua recente pubblicazione “Adrenalina”. In veste di relatore, Ennio Cavalli.

Venerdì 26 alle 18,30, le vite da pugili suonati di “In clandestinità” di Vinicio Capossela e Vincenzo Costantino “Cinaski”. Quest’ultimo ci racconterà la nascita dell’amicizia con il cantautore, aspettando l’alba al bancone di un bar. Sconsigliabile vivamente agli astemi e a quelli tutti d’un pezzo, che non hanno bisogno di chiedere mai.

Sabato 27 alle 18, si inizia con Lello Voce, che ha introdotto in Italia la pratica del Poetry Slam ed è il più noto EmCee italiano. Presenterà la sua ultima opera “L’esercizio della lingua”, accompagnato da Frank Nemola alla tromba, in un gioco di fusione totale tra parola e musica. Alle 18,45 Massimo Del Papa, editorialista della rivista “Il Mucchio”, ci racconterà la favola infinita di Renato Zero, tracciata con dovizia di particolari ma anche puro piacere personale in “Ti vivrò accanto”.

Domenica 28 alle 18, l’esordio letterario di una musicista sui generis e quasi surreale. Momo presenta “Stelle ai piedi”, che, oltre ad una raccolta di racconti fiabeschi, contiene anche il suo ultimo album, e si esibirà live accompagnata al piano da Federica Principi e alla fisarmonica da Desirè Infascelli.

Alle 18,45 Musicultura ospita uno dei maggiori protagonisti del panorama culturale italiano: Sergio Zavoli. “Il principe del giornalismo”, come lo definì Indro Montanelli, però ci parlerà de “La parte in ombra”, quella da cui sgorga la poesia. “La parte in ombra” rappresenta il punto più alto e maturo della produzione poetica di Sergio Zavoli. Nel volume, l\'autore ripercorre il proprio passato e la memoria si intreccia con il senso della realtà quotidiana, degli affetti familiari, dei luoghi e delle persone amate.

Per maggiori informazioni: www.musicultura.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2009 alle 16:46 sul giornale del 20 giugno 2009 - 817 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di cultura, macerata, musicultura, musicultura festival





logoEV