Walter Orazi parla delle mura della città

sferisterio di notte 1' di lettura 26/06/2009 - I trattatisti davano grande importanza alla forma e alla funzione delle mura erette a difesa delle comunità.

In seguito le cinte murate e turrite, una volta rese sicure le città, persero la loro funzione continuando ad offrire un’immagine maestosa e di prestigio, una questione di orgoglio, di campanile per gli abitanti e una sorta di biglietto da visita per i viaggiatori.


Al contrario, in questa Macerata particolarmente attenta alla cultura dell’effimero, a spettacolazioni sferisteriali e a piste ciclabili, sfugge l’importanza dell’imponente cinta di ben 2,5 chilometri, comprese le varie aperture e le superfetazioni del secolo scorso (Sferisterio, Auto Palazzo, Mattatoio).


Ora le mura da sole e quelle da bora non offrono un bell’aspetto e diversi tratti rievocano gli atri muscosi e i fori cadenti di manzoniana memoria.


Perchè tra una festa e l’altra non dare una pulitina alle nostre mura, a quel bel cotto coperto di capelli di venere, capperi e altre specie di erba muraria?


da Walter Bonifazi
Consigliere PDL Circoscrizione \"Centro Storico\" Macerata




Questo è un articolo pubblicato il 26-06-2009 alle 18:07 sul giornale del 26 giugno 2009 - 756 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, walter bonifazi, consigliere pdl circoscrizione centro storico