Tolentino: Cosmari, nessuna frana alla discarica

cosmari logo 3' di lettura 02/09/2009 - Il Cosmari è da sempre disponibile a fornire ogni chiarimento in merito alle proprie attività; non servono foto scattate di nascosto o notizie assunte da chi non ha alcuna competenza o cognizione, magari ai soli di fini di creare ulteriore confusione o ingenerare timori in un settore già abbastanza provato o su cui è facile creare disinformazione o allarmismi come quello delle discariche.

Basterebbe rivolgersi direttamente alla Direzione per verificare notizie e per controllare direttamente lo stato delle cose.

Nel merito:

La discarica di Tolentino non è affatto franata: sono in corso alcuni assestamenti della parete di fondo, frutto, probabilmente, di diversi fattori, tra i quali una microfrana esterna alla discarica che ha spostato le briglie dello scolo delle acque esterne e l’interruzione di un tubo di allontanamento delle acque della strada provinciale soprastante.

Non si registra alcuno strappo dei teli in profondità (evidentemente qualcuno ha il dono di vedere anche attraverso le cose), ma solo nella parte superficiale non interessata dai rifiuti: per questo il consorzio aveva già programmato la riparazione dando incarico ad una ditta specializzata (i materiali sono giacenti da tempo in cantiere e l\'esecuzione è stata posticipata a dopo le ferie in quanto trattavasi appunto di un\'opera non urgente).


Peraltro fenomeni di tal genere sono alquanto frequenti nelle gestioni delle discariche quando, per fatti naturali o accidentali, i teli si possono lacerare. Nella stessa discarica di Potenza Picena il fenomeno si è avuto più volte e sempre si è provveduto alla riparazione, risigillatura e collaudo della saldatura.

Non si presenta alcun pericolo nemmeno potenziale di inquinamento all’ambiente in quanto tutto il bacino di deposito dei rifiuti è integro e continuamente controllato: vengono analizzate periodicamente, come da autorizzazione, le acque dei piezometri e in più, il sistema costruttivo della discarica garantisce contro ogni possibile evenienza sul fondo.

La gestione della discarica è assolutamente controllata e trasparente: tutte le analisi di profondità, superficiali ed ambientali sono effettuate da laboratorio specializzato e trasmesse agli organi di controllo con periodicità, comprese tutte le altre condizioni di gestione. Gli abbancamenti sono stati effettuati nei limiti volumetrici e di qualità di rifiuti come previsto nell’autorizzazione, i profili sono stati rispettati pienamente e, anche visivamente, la discarica si presenta ben profilata e ben curata anche nei particolari (peccato che le foto pubblicate hanno trascurato proprio tale insieme).

Per quanto riguarda i costi di realizzazione si precisa che sono stati investiti circa 2.6 milioni di Euro e che grazie alla discarica di Tolentino si è potuto assicurare ai comuni della provincia un prezzo di smaltimento in discarica inferiore anche rispetto alle discariche private.

Nello smentire, allo stato, ogni pericolo per l’ambiente, quindi, il consorzio assicura che sono in corso tutti gli interventi di contenimento degli assestamenti, di ripristino delle briglie di scorrimento delle acque di scolo a latere della discarica e dei teli di superficie, pur in presenza della fase di chiusura della discarica, ormai prevista per i prossimi giorni. Nel frattempo sono in fase di espletamento le gare (avviate da diversi giorni) per realizzare nuovi pozzi di raccolta del percolato e del biogas e soprattutto, per l’apposizione del capping finale.

Vale anche la pena ricordare che la scelta della discarica di Tolentino è stata ampiamente condivisa dall’Assemblea dei Comuni soci e dalla Provincia, perseguendo il fine di giungere alla bonifica della discarica tolentinate preesistente all’attuale. Anche i residenti nelle vicinanze dell’impianto sono sempre stati coinvolti direttamente nella gestione e nel controllo delle operazioni di abbancamento, proprio per assicurare la massima sicurezza e trasparenza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2009 alle 16:16 sul giornale del 02 settembre 2009 - 1021 letture

In questo articolo si parla di politica, tolentino, Comune di Tolentino, cosmari, consorzio smaltimento rifiuti macerata





logoEV