Occupazione disabili: fondo regionale per quattro tipi di interventi

soldi 2' di lettura 23/09/2009 - Settecentosessantamila euro per incentivi all’occupazione dei disabili. E’ il plafond destinato da un apposito fondo regionale a quattro tipi di interventi per facilitare il collocamento della persone con disabilità nelle aziende del territorio.

L’annuncio, volto a dare ampia diffusione all’iniziativa anche sul territorio maceratese, è stato dato dall’assessore provinciale alla politiche del lavoro, Andrea Blarasin, alla vigilia della consegna del “Premio Etico”, l’annuale riconoscimento alle imprese maceratesi che nel corso dei precedenti dodici mesi si sono distinte nell’attuazione della legge 68/99 sul collocamento dei disabili. Quest’anno le aziende insignite sono cinque e i loro nomi saranno resi noti sabato 26 settembre nel corso delle cerimonia per la “Fedeltà al Lavoro”, organizzata dalla Camera di Commercio ad Abbadia di Fiastra.

Tornando agli interventi regionali, 370 mila euro sono riservati ad azioni positive di sostegno per l’assunzione di soggetti disabili, 50 mila a rimozione degli ostacoli architettonici, ambientali e di tipo strumentale che impediscono l’inserimento dei disabili nelle unità lavorative, 40 mila all’acquisto di beni strumentali finalizzati al telelavoro e 300 mila per sostegno di percorsi di formazione e lavoro all’interno delle cooperative sociali d’inserimento lavorativo Tra gli aiuti previsti si prevedono incentivi per l’utilizzo del tirocinio per facilitare l’inserimento lavorativo dei soggetti “diversamente abili’’.


Per garantire il raccordo tra le aziende, cooperative e i beneficiari degli interventi, i tirocini saranno promossi nel maceratese, a favore delle aziende, dai tre Centri per l’Impiego, l’Orientamento e la Formazione (Macerata, Civitanova, Tolentino), attraverso la stipula delle apposite convenzioni con i soggetti ospitanti. Gli stessi Centri svolgono anche attività di preselezione al fine di individuare i tirocinanti disabili da inserire nelle singole unità produttive.


Destinatari delle risorse sono le piccole e medie imprese private aventi sede legale ed operativa nella Regione Marche, che realizzano progetti finalizzati all’integrazione lavorativa rivolti a disabili iscritti nelle liste provinciali, nonché le Cooperative sociali d’inserimento lavorativo che realizzano progetti personalizzati di inserimento lavorativo rivolti a persone disabili.

Le domande di contributo debbono essere presentare a mezzo del servizio postale (Raccomandata) entro il 15 ottobre alla Regione Marche – Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro – P.F. Servizi per l’Impiego e Mercato del Lavoro – via Tiziano, 44 – 60125 Ancona





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2009 alle 16:24 sul giornale del 23 settembre 2009 - 1011 letture

In questo articolo si parla di disabili, politica, macerata, provincia di macerata, civitanova marche, soldi, euro, occupazione





logoEV