Aperta al traffico la variante alla Statale 77 \'della Val di Chienti\'

2' di lettura 03/12/2009 - Giovedì l’Anas ha aperto al traffico la nuova variante alla strada statale 77 “della Val di Chienti”, in provincia di Macerata, che si compone di due tratte connesse, la prima delle quali realizzata direttamente dall’Anas e la seconda dalla società controllata Quadrilatero Marche-Umbria.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato il Presidente della Provincia di Macerata, Franco Capponi; l’Assessore alle Infrastrutture Viabilità e Governo del Territorio della Regione Marche, Lidio Rocchi; l’Assessore alle Infrastrutture, Mobilità e Trasporto della Regione Umbria, Giuseppe Mascio; il Presidente della Commissione Finanza e Tesoro, Senatore Mario Baldassarri; l’Arcivescovo di Camerino e San Severino Marche, Monsignore Francesco Giovanni Brugnaro; il Presidente della Quadrilatero Marche-Umbria Gaetano Galia e il Condirettore Generale Amministrazione Finanza e Commerciale dell’Anas Stefano Granati.


La nuova variante è lunga complessivamente circa 6 km: il primo tratto di 3 km ha inizio dallo svincolo di Sfercia nel comune di Camerino; il secondo tratto, di altri 3 km, costituisce il prolungamento fino a Pontelatrave, in direzione Foligno, della sezione a quattro corsie della strada statale 77 “della Val di Chienti”, già completa nel tratto che parte dall’innesto con la strada statale 16 “Adriatica”, nel comune di Civitanova Marche. Le principali opere d’arte della nuova infrastruttura sono 7 viadotti e 5 gallerie. La variante ha richiesto un investimento complessivo per 113,6 milioni di euro (68,6 milioni per il tratto Anas e 45 milioni per il tratto Quadrilatero).


“ Abbiamo realizzato questa opera in circa tre anni - ha sottolineato nel suo discorso il Condirettore Generale dell\'Anas Stefano Granati -, anche grazie alla positiva collaborazione con le Istituzioni locali interessate. La nuova variante assolve ad un importante ruolo di decongestionamento del traffico veicolare, soprattutto di quello pesante, ed è inserita nel più complessivo orizzonte di ammodernamento della strada statale 77 \'della Val di Chienti\', in particolare dell’intero tratto mancante sino a Foligno, che verrà realizzato (a quattro corsie) dalla Quadrilatero Marche-Umbria S.p.A.”.


“ Le ricadute socioeconomiche delle opere comprese nel Progetto Quadrilatero – ha dichiarato il Presidente della Quadrilatero Marche-Umbria Gaetano Galia - sono molto significative sia in termini economici per il forte impatto sul PIL che producono, pari a circa 6 miliardi di euro nei 5 anni di costruzione, sia in termini occupazionali per tutto il territorio. Si tratta di una rete viaria strategica, capace di collegarsi in maniera efficiente al sistema logistico delle due Regioni, che permette alle imprese di recuperare produttività economica. I lavori sono avviati su entrambi gli assi della strada statale 77 Foligno-Civitanova Marche e della direttrice Perugia-Ancona statali 318 e 76. L’impegno della Società è massimo per raggiungere l’obiettivo del completamento entro il 2013, nel rispetto dei costi e degli standard di qualità e sicurezza”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2009 alle 16:16 sul giornale del 04 dicembre 2009 - 2966 letture

In questo articolo si parla di





logoEV
logoEV