contatore accessi free

Tolentino: Progetto Tir tary, studio del Rotary sulla funzionalità tiroidea

Maria Grazia Cucinotta 2' di lettura 22/12/2009 - “Dove si fa del bene cerchiamo di essere partecipi. Ci fa sentire bene. Sostengo il progetto Tirotary del Rotary di Tolentino perché è importante prendere per tempo la malattia”.

Lo ha detto l’attrice Maria Grazia Cucinotta domenica sera a Tolentino, ad Abbadia di Fiastra, al galà di beneficenza per presentare e sostenere il progetto “Tirotary” a cura del club rotariano tolentinate, presieduto da Andrea Passacantando, volto ad uno screening sulla funzionalità della tiroide a tutti i ragazzi delle scuole medie superiori del comprensorio di Tolentino. “Un progetto impegnativo – dice il presidente Andrea Passacantando - che grazie alla volontà di medici e soci rotariani e ai tanti enti ed istituzioni nazionali e locali si vuole con forza portare avanti al fine di monitorare la salute dei nostri ragazzi.


Un service importante da circa 60.000 - 70.000 euro, 60 - 70 euro per visita per 1.000 ragazzi, che regaleremo alla comunità. Un ringraziamento al nostro grande ospite Maria Grazia Cucinotta che, ricordo gratuitamente, si è reso disponibile per questo evento che penso sia irripetibile. Un grazie a tutti i soci, i medici, i dirigenti delle scuole superiori di Tolentino che si sono resi subito disponibili per attuare il progetto”.


Scopo dell’iniziativa è monitorare la funzionalità della tiroide in questa fascia di età dove avvengono i maggiori cambiamenti ormonali e fisici e valutarli preventivamente. Il progetto “Tirotary” mira ad effettuare una anamnesi, una visita e una ecografia della tiroide avvalendoci di una equipe di medici rotariani di alto livello senza nessun costo per i ragazzi tolentinati che vivono in una città iodio carente. I dati verranno poi utilizzati esclusivamente per fini statistici e saranno oggetto di convegni e dibattiti pubblici con relatori di elevato spessore. “Il progetto – aggiunge Stefano Gobbi – verrà avviato nel prossimo mese di gennaio”.


Il progetto è sostenuto da Maria Grazia Cucinotta che tra mille impegni non ha voluto mancare alla presentazione. Per questo, ma anche per le tante attività di solidarietà che svolge in tutto il mondo, il Rotary club di Tolentino ha assegnato all’attrice il prestigioso titolo di “Paul Harris Fellow”, il riconoscimento rotariano più alto ed ambito proprio per questo spirito di servire al di sopra di ogni interesse personale. “Ho girato tutto il mondo dove ho preso tanti premi, ma non mi era mai capitato di riceverne uno così tanto importante per il Rotary. Il club tolentinate fa cose meravigliose ed è bello unire al galà la beneficenza per fare del bene a favore di persone che stanno peggio di noi. Iniziative come queste ci rendono vivi”.


   

da Rotary club






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2009 alle 17:49 sul giornale del 23 dicembre 2009 - 977 letture

In questo articolo si parla di attualità, rotary club, tolentino, maria grazia cucinotta, rotary tolentino


logoEV
logoEV