Terremoto: Azione Universitaria, occorrono verifiche per la stabilità degli edifici

1' di lettura 14/01/2010 - In seguito alle frequenti scosse di terremoto, Azione Universitaria, per conto di Vittorio Guastamacchia rappresentante degli studenti in Senato Accademico, ha richiesto al Rettore dell’Università di Macerata e al Presidente dell’E.R.S.U lo svolgimento di verifiche ulteriori circa l’agibilità e la stabilità degli edifici universitari, poiché la popolazione studentesca e i familiari sono allarmati , in ricordo del terremoto aquilano.

Per tale ragione è stato richiesto un controllo accurato e rassicurante sulle strutture universitarie, perché i danni alle cose e la perdita di vite umane causati dagli ultimi terremoti hanno dimostrato che , per una reale riduzione del rischio sismico , occorre procedere alla verifica tecnica degli edifici.

Prosegue Stefano Remoli (responsabile degli studenti della struttura abitativa Bartolo da Sassoferrato) , il quale afferma : “E’ necessario che i tecnici si mobilitino per rassicurare i molti studenti che hanno abbandonato gli stabili abitativi, in quanto il sisma ha creato uno stato di allerta e insicurezza collettiva date le crepe presenti nella struttura, già ampiamente denunciate verbalmente all’ente regionale per il diritto allo studio” .





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-01-2010 alle 16:45 sul giornale del 15 gennaio 2010 - 696 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, terremoto, Azione universitaria Macerata, edifici universitari