Recanati: Città per la vita, città contro la pena di morte

3' di lettura 15/01/2010 - Sabato 16 Gennaio 2010 alle ore 09,00 all’Aula Magna del Palazzo Comunale la Presidenza del Consiglio Comunale di Recanati in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Recanati ha organizzato un’iniziativa dal titolo “Città per la vita , città contro la pena di morte” ,promossa con la Comunità di Sant’Egidio con la presenza di Valentino Severi ,l’Università degli Studi di Macerata con il docente Angela Cossiri , Amnesty International Sezione di Macerata con il rappresentante Gruppo 050 Giorgio Marcolini e la Diocesi di Macerata con il Direttore dell’Ufficio della Pastorale Sanitaria Don Ariel Veloz Mendez.

“L’evento,come sottolinea il Presidente del Consiglio Comunale di Recanati Massimiliano Grufi,si lega alla delibera che l’Amministrazione Comunale di Recanati ha inteso prendere nel mese di novembre dello scorso anno per aderire alle iniziative promosse appunto dalla Comunità di Sant’Egidio,contro la pena di morte. Le iniziative sono a carattere internazionale in quanto sono legate ad una petizione che ormai ha una lunga vita e iniziate a cavallo del terzo millennio ,quando la Comunità di Sant’Egidio ha inteso presentare una petizione in ambito nazionale e successivamente internazionale ,che raccogliesse l’adesione di una pluralità di città, enti ,istituzioni , e singoli cittadini contro la pena di morte e quindi per il sostegno alla vita.

Il Comune di Recanati già negli anni precedenti aveva aderito alle iniziative della Comunità di Sant’Egidio,ma quest’anno con questa iniziativa ha inteso sottolineare e rendere più concreta questa adesione con un’iniziativa specifica.


L’oggetto dell’incontro,grazie alla presenza di qualificati ed importanti relatori farà senz’altro il quadro della situazione attuale a livello internazionale sul tema della pena di morte,tra le misure ancora applicate dai diversi Stati nel mondo ,soprattutto in quello non civilizzato e purtroppo in alcuni Stati “occidentali” e fare così una panoramica oltre che da un punto di vista geografico ,anche giuridico per comprendere come mai la pena di morte è contemplata ancora in alcuni Paesi ; quali sono quelli che l’hanno abolita ,e da quando tempo, e se effettivamente ci sono delle norme che dichiarano esplicitamente che la pena di morte non può essere applicata, e/o se è stata un’abolizione di fatto ,ed un quadro infine da un punto di vista sociale, morale e spirituale.


L’incontro di Recanati servirà quindi ad affrontare il tema su “La pena di morte” a 360° gradi con i qualificati relatori presenti , e dare così inizio ad un percorso ancora più importante e significativo, con l’inizio della sottoscrizione di una petizione ed aprire una via comune tra le Istituzioni che si occupano più da vicino sui diritti umani ,e quindi la “città contro la pena di morte” significa anche “la città per la vita” in ogni senso e contro una pena che si ritiene soprattutto nel nostro Paese ormai veramente superata ed ingiustificata.”

da Massimiliano Grufi
Presidente del Consiglio Comunale Recanati




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2010 alle 17:51 sul giornale del 16 gennaio 2010 - 806 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, massimiliano grufi, presidente del consiglio comunale





logoEV