Bologna: tentata violenza ad una maceratese, arrestato un bengalese

polizia 2' di lettura 22/01/2010 - Violenza privata, minacce aggravate e porto abusivo di arma. Queste le accuse di cui dovrà rispondere un bengalese arrestato a Bologna per aver tentato di violentare una maceratese.

L\'uomo, un bengalese di 45 anni con regolare permesso di soggiorno, è stato tratto in arresto dalla Polizia di Bologna mentre tentava di nascondersi in un cassonetto, dopo aver tentato di violentare una donna di Macerata.

La donna, di 42 anni, è stata fermata ed aggredita in una strada della periferia bolognese. Nel tentativo di abusare sessualmente di lei l\'aggressore, però, è stato messo in fuga da alcuni passanti e condomini richiamati dalle urla disperate della vittima.

La prima persona a scendere in strada per tentare di soccorrere la maceratese è stata una donna, bolognese di 45 anni, che alcuni minuti prima era stata a sua volta preda dell\'uomo. Ma in questo caso, la \'preda\' era riuscita a sottrarsi all\'aggressione ed a rifugiarsi all\'interno del portone del proprio condominio.

Dopo di lei altre persone sono scese in strada per vedere cosa stesse succedendo e, notata la scena, hanno messo in fuga il bengalese ed allertato la Polizia. Giunti sul luogo ed ascoltate le vittime ed i testimoni, gli Agenti sono riusciti a rintracciare il 45enne e ad arrestarlo mentre tentava di nascondersi in un cassonetto dei rifiuti.

Nel frattempo sono accorsi anche i sanitari del 118 che, soccorsa la vittima, l\'hanno accompagnata all\'ospedale Maggiore di Bologna per le cure mediche. La 42enne maceratese infatti nella collutazione per cercare di liberarsi dall\'aggressore, che una volta stesa a terra l\'ha picchiata, è rimasta ferita ad una mano. Ferita da un coltello di 37 centimetri, la donna è stata giudicata guaribile in sette giorni.

Il bengalese, incensurato e con regolare permesso di soggiorno, ora dovrà rispondere dei reati di violenza sessuale aggravata e lesioni personali aggravate, oltre che di violenza privata, minacce aggravate e porto abusivo di armi. Inoltre, essendo stato trovato in possesso di una tessera sanitaria appartenente ad una ragazza di 25 anni, di cui l\'uomo non ha saputo fornire informazioni, dovrà rispondere anche di ricettazione.





Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2010 alle 01:35 sul giornale del 22 gennaio 2010 - 990 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, arresto, bologna, maceratese, Sudani Alice Scarpini, tentata violenza sessuale