Recanati: Fonti San Lorenzo, nuovi volontari e nuovo Consiglio Direttivo

giovani 3' di lettura 21/01/2010 - Sono passati solo pochi mesi da quando nel parco che circonda la casa colonica di Via Aldo Moro, a Recanati, campeggiavano una miriade di grandi cartelli con su scritto: “Che fine farà Fonti San Lorenzo?”.


Ci si chiedeva che fine avrebbe fatto il Centro Culturale, l’associazione che gestisce uno degli spazi d’aggregazione più grandi dell’omonimo quartiere, alla luce delle sempre maggiori difficoltà dovute all’assenza delle istituzioni e alla crescente esigenza di persone disposte a mettersi in gioco, a fare volontariato.

Sono passati pochi mesi da quella grande campagna di sensibilizzazione ma qualcosa nel mentre è cambiato. C’è stato innanzitutto grande coinvolgimento e partecipazione al I° corso di formazione per volontari e in molti si sono resi disponibili da subito a dare una mano in prima persona: ciò ha dato la possibilità di realizzare numerose iniziative ma soprattutto di garantire un’apertura quotidiana del Centro, frequentato sia da giovani, che da anziani e bambini. C’è stata poi, nei giorni scorsi, l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo dell’associazione, rinnovato per ben 2/3 nella sua composizione. Rinnovata in primo luogo la presidenza, che ha visto l’elezione di Valeria Galassi, neo trentenne da poco rientrata in Italia dopo esperienze lavorative all’estero. Nel segno della continuità, pur nel rinnovamento, Fabio Bartolacci, presidente uscente, è stato eletto vice-presidente. Il nuovo tesoriere dell’associazione è Sandro Capodaglio e il segretario Federico Marinelli. Gli altri componenti del Consiglio Direttivo sono: Massimo Buschi, Marco Capodaglio, Michele Corvatta, Mattia De Minicis e Sara Eugeni.

Tra gli obiettivi che la nuova dirigenza si è data c’è la volontà di garantire uno spazio aggregativo ed un servizio educativo continuativo per i più giovani, ma anche per gli anziani. Ciò per rispondere ai bisogni che provengono dal territorio e sui quali si è aperto già nei mesi scorsi un dialogo con l’Amministrazione Comunale.
Non secondari rimangono l’impegno nel preservare e curare l’ambiente, la sensibilizzazione su tali tematiche e l’uso della musica come mezzo di socializzazione e crescita personale. C’è poi la volontà di aprirsi alla sfera internazionale e ai programmi proposti dall’UE (servizio volontario europeo, scambi giovanili, ecc.) per facilitare il contatto tra differenti culture e la promozione di una cultura condivisa. In questo senso il Centro Culturale Fonti San Lorenzo si impegnerà anche in iniziative per l’integrazione degli immigrati perché, anche a Recanati, molto è ancora da fare.

Numerose sono le iniziative già attive come il Doposcuola per i ragazzi delle scuole medie, e i “Per..corsi culturali 2010”: corsi di Teatro, Cartone Animato, Inglese, Cinema (Fare un film), Fotografia, Speleologia, Cucire Riciclando e Yoga Dinamico.
Allo stesso tempo, musica, teatro, letture e fotografia saranno i protagonisti di “Domeniche!”, piccola rassegna che ha debuttato con successo domenica 17 gennaio. Gli eventi successivi si terranno ogni due domeniche fino alla fine del mese di marzo (31 gennaio, 14 e 28 febbraio, 14 e 28 marzo). Nelle serate si potranno gustare piacevoli spettacoli tanto teatrali quanto musicali, accompagnati da pittoreschi aperitivi tematici.

Per info 0714604205, ccfsl@libero.it.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2010 alle 18:13 sul giornale del 22 gennaio 2010 - 1133 letture

In questo articolo si parla di attualità, Giorgio Calvaresi





logoEV