Consiglio comunale, sedute su beni confiscati alle mafie e servizio idrico

acqua 2' di lettura 26/01/2010 - Due nuove sedute per il Consiglio Comunale che tornerà a riunirsi lunedì e martedì (1 e 2 febbraio) alle 15.30. E\' prevista da calendario un\'ultima tornata l\'8 e il 9 febbraio, prima dello scioglimento.

I lavori avranno inizio con la discussione di ordini del giorno in merito all\'appello per bloccare la vendita alle mafie dei beni confiscati alle stesse e successivamente riguardo alla riappropriazione pubblica della gestione del servizio idrico (presentati entrambi dai gruppi consiliari di Rifondazione comunista e Comunisti italiani e dal consigliere Ulderico Orazi del Pd).

Verranno discusse anche varie delibere: la primo riguardante la revisione del regolamento edilizio comunale (Rec) per il miglioramento della sostenibilità ambientale. La successiva si riferisce alla determinazione di aree per il commercio su area pubblica con conseguente approvazione dei regolamenti dei relativi mercati o fiere. Si dibatterà poi relativamente alla donazione della scultura in pietra a forma di fontana da collocarsi sopra la cordonata di mattone della rampa di piaggia della Torre, in prossimità di piazza Mazzini.

Verranno successivamente esaminate le variazioni al bilancio 2010 e ai suoi allegati. Seguirà l\'analisi del progetto per gli interventi di manutenzione straordinaria del bocciodromo in via di Piccinino, che consistono nel rifacimento della copertura della struttura, previa bonifica e rimozione dell\'amianto presente, nonché nella realizzazione di un impianto fotovoltaico integrato con conseguente rilascio della garanzia fideiussoria a fonte di un mutuo contratto da parte della società bocciofila maceratese per il finanziamento degli interventi. Si dibatterà poi a proposito del regolamento sulla pubblicità e le pubbliche affissioni con conseguenti eventuali modifiche a riguardo e per finire del gemellaggio tra il comune di Macerata e la città di Kamez (Albania).

Il Consiglio proseguirà infine con la discussione di due mozioni, la prima riguardante l\'accordo tra le università di Macerata e Camerino (presentata dal consigliere Ivano Tacconi dell\'Udc), la seconda in merito alla realizzazione di un itinerario ciclo - naturalistico - culturale denominabile \"delle abbazie\" (Pierpaolo Tartabini di Sinistra e libertà).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2010 alle 16:56 sul giornale del 27 gennaio 2010 - 991 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, macerata, comune di macerata, servizio idrico