Volley: Lube, netta vittoria nel derby

lube in campo 5' di lettura 22/03/2010 - Derby marchigiano alla Lube Banca Marche, che strappa il secondo 3-0 consecutivo in campionato (25-20, 25-19, 25-20) confermando il quinto posto in Regular Season: nei quarti play off dovrà vedersela con Modena, in quello che sarà un entusiasmante remake della sfida già andata in scena nei quarti di Coppa Italia.


La contemporanea vittoria di Forlì su Vibo Valentia costringe invece Loreto a salutare la serie A1. Rientrano negli spogliatoi a testa bassa i ragazzi di Moretti, seguiti da un buon numero di tifosi (più di 2000 gli spettatori del Fontescodella) ma in partita solo nelle fasi iniziali dei set, per poi arrendersi dinanzi all’evidente strapotere tecnico dei maceratesi, orfani di Mirko Corsano che viene precauzionalmente tenuto a riposo per un problema alla spalla. I ragazzi di De Giorgi nel primo set riescono a riscattare un avvio difficile grazie alla buona vena di Vermiglio, su livelli altissimi nelle ultime due gare, ed alla grande concretezza di Omrcen, che nel parziale firma ben otto punti con il 62% in attacco, 16 in totale col 52%, un muro e due ace. Nei set successivi, ben assistito dalla ricezione il palleggiatore messinese innesca invece con più frequenza (e con ottimi riscontri) i centrali, con Stankovic autore di 18 punti, gran protagonista a muro (5 totali, di cui 3 nel terzo set) e Mvp della partita. A Loreto, che da metà del secondo parziale sostituisce Digao con Dolfi, l’ottima prova dell’olandesone Van Dijk (13 punti, 57%), unico punto di riferimento credibile in attacco a disposizione di Visentin.

La cronaca
1° SET – Resta In panchina Mirko Corsano, che in settimana ha accusato un problema alla spalla, al suo posto gioca Smerilli, già protagonista di una buonissima prestazione a Verona. Per il resto è confermato proprio il sestetto che mercoledì scorso ha battuto 3-0 la formazione scaligera: Vermiglio-Omrcen, Podrascanin-Stankovic, Cisolla-Martino. Il tecnico ospite Moretti schiera invece Visentin e Van Dijk in diagonale, Cester e Shumov al centro, Digao e Diachkov di mano, Marra libero.
Buona la partenza dei lauretani, che trovano anche un break di tre punti in avvio. I biancorossi si rifanno sotto a ridosso del time out tecnico, quindi pareggiano a quota 9 con un ace di Martino. Il primo vantaggio maceratese lo firma Stankovic con un primo tempo che vale l’11-10, quindi il break che arriva proprio nell’azione successiva con l’errore sull’attacco in pipe da parte di Digao (12-10, time out Loreto). La Lube, che in attacco si appoggia con successo sul solito Omrcen, va alla seconda sosta tecnica avanti 16-14, si fa riprendere al rientro in campo con un contrattacco vincente di Diachkov (17-17), ma poi ristabilisce dubito le distanze con un muro di Stankovic su Van Dijk (19-17). A lanciare la fuga definitiva ci pensa ancora il bomber croato dei biancorossi (8 punti, 62% in attacco), che firma il +3 col servizio (21-18), a chiudere è invece Alberto Cisolla, vincente con una pipe.

2° SET – Loreto avanti 8-7 al primo time out tecnico, ma subito dopo il ritorno in campo è Macerata a conquistare il break, grazie all’errore di Diachkov con la pipe (12-10). Moretti chiama il time out, ma Omrcen firma il +3 mettendo a terra un gran diagonale su palleggio di Martino, dopo una gran difesa di un Vermiglio in gran forma non solo al palleggio. La Lube scappa sul 15-11, successivamente Moretti prova la carta Dolfi al posto di un Digao in evidente difficoltà. E’ però sempre Van Dijk il punto di riferimento principale di Visentin: il gigante olandese mette a terra la palla del momentaneo -2 (14-16), la rincorsa si ferma in ogni caso sull’ace di Stankovic che vale il 18-14 e spiana la strada ai maceratesi verso il 2-0, nonostante un altro accenno di rimonta firmato da Shumov con un gran muro du Podrascanin (18-20). Chiude Stankovic con un primo tempo, sul 25-19.

3° SET – Si camina punto a punto, con Dragan Stankovic in grande evidenza a muro (ne prende due prima del time out tecnico). Il break dei biancorossi arriva sempe con un blocco vincente, ma a firmarlo e Podrascanin: 10-8, ma la situazione torna in parità a quota 11 dopo un fallo a rete fischiato a Omrcen. Il croato si riscatta mettendo a terra l’ace del 14-12, sul 15-13 De Giorgi richiama invece in panca Cisolla inserendo al suo posto Seba Swiderski. Macerata vola sul 19-16 con i centrali ancora grandi protagonisti, quindi Omrcen segna il 20-16 sfruttando una gran difesa di Smerilli (ancora molto positivo in seconda linea), e Martino il +5 che spegne ogni speranza degli ospiti. Finisce 25-20 e 3-0.

Il tabellino
LUBE BANCA MARCHE: Rayaekers n.e., Cisolla 6, Paparoni n.e., Vermiglio 3, Bartoletti n.e., Smerilli (L), Stankovic 18, Martino 9, Monopoli n.e., Corsano (L), Omrcen 16, Swiderski 1, Podrascanin 5. All. De Giorgi.
Esse-ti carilo Loreto: Digao 5, Marra (L), Marzola n.e., Diachkov 7, Dolfo 3, Van Dijk 13, Tereshin n.e., Visentin 1, Belcecchi, Paoli, Cester 3, Shumov 6. All. Moretti.
ARBITRI: Saltalippi (PG) – Ippoliti (PE)
PARZIALI: 25-20 (25’), 25-19 (26’), 25-20 (25’).
NOTE: Spettatori 2015, incasso 8433,23. Mvp Dragan Stankovic. Lube bs 16, ace 6, muri 10, errori 7, ricezione 62% (31% prf), attacco 56%. Loreto bs 8, ace 0, muri 4, errori 10, ricezione 47% (28% prf), 45%.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2010 alle 00:19 sul giornale del 22 marzo 2010 - 475 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, lube, treia, lube volley, lube banca marche





logoEV